Tel: 06/85376501 info@wwftravel.it

Vacanze WWF
 

Caprioli a 30 Km dalla madonnina: ecco il Bosco di Vanzago

Blog_vancago

Il visitatore oltrepassando il cancello di ingresso del “Bosco Wwf di Vanzago”, Oasi WWF e riserva naturale della Regione Lombardia, non crede più di essere ad appena 30 Km da Milano, in piena area metropolitana tra le più popolate del centro Europa.

Una piccola area “wilderness” formata dal bosco residuale planiziale che ospita una cinquantina circa di caprioli, facilmente osservabili, da due laghi popolati da anatre, aironi, folaghe, da campi di erba medica in cui svolazzano vivaci farfalle e da una storica e tradizionale cascina lombarda, la Gabrina, che risale agli inizi del ‘900.

Ogni stagione, con il suo susseguirsi incessante di colori e suoni, riserva al visitatore una esperienza unica, quasi fiabesca.

La primavera, con l’esplosione di verde delle querce secolari, degli aceri campestri e dei carpini sfumato con gli intensi colori delle fioriture di sambuco, robinia, mughetto e pervinca, è un suggestivo contorno al sovrapporsi dei canti degli usignoli, del luì e dello scricciolo, mentre rondini e rondoni fendono il cielo terso a caccia di insetti sui prati dove pigramente brucano i caprioli e sui laghi dove tuffetti e svassi tra una pescata e l’altra sono intenti a costruirsi il nido.

L’estate, con il giallo dei campi e dei prati dove le femmine di capriolo allattano i nuovi nati, inizia con le notti in cui le stelle si fanno lucciole per illuminare il sottobosco mentre i pipistrelli volteggiano sui prati e ilbarbagianni, evanescente figura bianca, veloce e silenziosa, taglia il cielo a caccia di piccoli roditori come i ghiri. E’ fantastico poi passare le calde giornate afose all’ombra di un ontano, in riva ad uno dei due laghi, cullati dall’assordante canto delle cicale che si confonde con quello delle raganelle nascoste nel canneto.

Dopo i forzati mesi di inattività invernali, la gestione della cascina Gabrina, struttura in piena area naturale, propone ora diverse iniziative, principalmente nei fine settimana, riservate alle famiglia in cerca di momenti di distacco dalla caoticità quotidiana che riserva una grande città come Milano. Per chi vuole è possibile creare anche un proprio evento alla Gabrina. La cascina si propone infatti per le feste di vario tipo: compleanni, battesimi, prime comunioni, cresime, o feste per parenti e amici. E’ anche punto di riferimento per location, meeting, convention aziendali.

All’interno del “Bosco Wwf di Vanzago” è presente il CRAS (Centro Recupero Animali Selvatici) che accoglie ogni anno oltre 2500 esemplari di fauna in difficoltà. Aperto per 365 giorni l’anno è il punto di riferimento per gli animali feriti rinvenuti nelle provincie di Milano, Varese, Monza Brianza e Como. Vi arrivano qui portati dalle forze dell’ordine, dalle guardie volontarie, ma anche consegnati dalla magistratura che provvede periodicamente a sequestri per detenzione illegale o per maltrattamento animale in tutto il territorio della Lombardia. Attualmente abbiamo diversi cigni dall’Adda che c sono stati portato qui quasi paralizzati, deboli, magri. Con una bella cura di antibiotici siamo riuscit a rimetterli in sesto, reintroducendoli nel loro ambiente. Il CRAS attualmente è pieno di piccoli di merlo, di fringuelli, gasse, aironi, un cucciolo di faina rinvenuto in provincia di Varese, due piccoli scoiattoli rossi, che hanno perso probabilmente la casa a causa del taglio dell’albero su cui si trovava il loro nido e di un cerbiatto.

Miele e il riso sono i prodotti a km 0 offerti dalla riserva naturale. E’ anche possibile acquistare gli ottimiprodotti “Terre dell’oasi” che contemplano quanto proveniente dalle altre oasi del WWF sparse in tutt’Italia: pasta di farro e di grano duro, olio, farina di farro, farro perlato, sale delle “Saline di Trapani e Paceco”, ….Per i più sensibili ai piccoli interventi naturalistici, sono a disposizione mangiatoie per piccoli uccelli, nidi artificiali cince – pettirossi – merli e anche per rapaci notturni, cassette per pipistrelli e quanto collegato a aiutare la fauna a trovare facilmente alimentazione e rifugio.

Vi aspettiamo!

LongoANDREA LONGO
Andrea è un naturalista e anche gran appassionato di sci di fondo. Dalla conoscenza di ecologia appresa scientificamente a partire dagli studi universitari, il direttore del “Bosco WWF di Vanzago” ha anche una concezione di ecologia interiore: “La percezione di quell’ordine ecosistemico che governa la vita nel pianeta e nell’universo”. La meditazione come un’ecologia interiore che accompagna quotidianamente il suo lavoro.

Sito web: www.boscowwfdivanzago.it

PER APPROFONDIRE

 I Week end di WWF NaTuRe

Le strutture proposte da WWF NaTuRe

Week end nella natura della Maremma

Un weekend speciale: la Riserva marina di Miramare, il Carso e Trieste!

Week end nella Natura: scoprire le zone umide!

Week end nella Natura: scopri l’Oasi di Valle Averto!

Weekend in Natura: l’Oasi di Alviano nella verde Umbria

Natura romana: l’Oasi di Macchiagrande!

Weekend in Natura: l’oasi della lontra

Guida Segreta ai Paradisi Naturali d’Italia e altro…..

Weekend nella Natura, nell’Oasi WWF Le Bine

Weekend Natura: nelle Langhe dell’astigiano tra Natura e delizie varie

Week end e viaggio nella Natura : l’Oasi WWF di Le Cesine e il Salento

Weekend nella Natura: scopriamo la biodiversità e i paesaggi del Bel Paese

 

.

Scritto da Andrea Longo

Andrea è un naturalista e anche gran appassionato di sci di fondo. Dalla conoscenza di ecologia appresa scientificamente a partire dagli studi universitari, il direttore del "Bosco WWF di Vanzago" ha anche una concezione di ecologia interiore: "La percezione di quell'ordine ecosistemico che governa la vita nel pianeta e nell'universo". La meditazione come un'ecologia interiore che accompagna quotidianamente il suo lavoro.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description