Tel: 06/85376501 info@wwftravel.it

Vacanze WWF
 

Abbigliamento e attrezzatura per le escursioni (parte 1)

Fare escursioni in ambienti naturali richiede un abbigliamento specifico e una semplice attrezzatura studiata appositamente. Nessuno di noi penserebbe di andare per sentieri con le ciabattine da bagno ma allo stesso tempo andare in giro per boschi con un’attrezzatura da scalata dell’Everest non solo sarebbe eccessivo, ma addirittura scomodo e dannoso, oltre che ridicolo!

La soluzione migliore non sempre sta nel mezzo. Cosa portare in escursione e come vestirsi si capisce solo con la propria esperienza personale: provando e riprovando possiamo capire se la giacca è pesante o leggera, se ho bisogno di uno, due o tre maglioni da portare con me, se i bastoncini da trekking mi sono d’aiuto o solo d’intralcio. Ma lo scopo deve essere chiaro: garantire sicurezza e comfort.

COMINCIAMO DALL’INIZIO!

Se sei all’inizio della tua “carriera escursionistica” e stai pensando di acquistare l’attrezzatura, l’accoppiata scarponi+calze sono la cosa più importante e sulla quale puntare la maggior attenzione senza badare troppo al risparmio. Questo perché in una normale escursione si fanno qualcosa come 15.000 passi e se i piedi ti fanno male, diventano 15.000 torture una in fila all’altra. Per questo ti invitiamo a leggere il post ” Le scarpe giuste per il trekking“.

IL PRINCIPIO DEL VESTIRSI A STRATI

Il passo successivo è: come vestirsi. Sostanzialmente, se si adopera materiale tecnico (con questa parola si intende tutto quello che è stato progettato e realizzato per uno scopo specifico, in questo caso ovviamente per fare escursioni in ambiente naturale), si può risparmiare un bel po’ di peso e fatica, a fronte di un modesto investimento iniziale. Per quanto riguarda l’abbigliamento è bene tener presente in ogni caso il principio fondamentale degli strati sovrapposti (o “a cipolla”). Per ottenere una protezione efficace contro il freddo e il vento è meglio infatti ricorrere a numerosi capi di vestiario relativamente sottili e leggeri indossati gli uni sugli altri, piuttosto che ad uno solo spesso e pesante.

Vestirsi “a cipolla” consente inoltre di adeguare con facilità il grado di copertura col variare delle condizioni climatiche e di affidare a singole componenti dell’abbigliamento le diverse funzioni che esso deve assolvere, che sono essenzialmente tre:

1. Trasmissione del vapore acqueo trasudato;

2. Isolamento dal caldo e dal freddo;

3. Protezione dal vento e dalla pioggia.

Vediamo ora i tre strati come vengono comunemente distinti (continua….)

ESCURSIONISMO, LEGGI ANCHE:

WWF: proteggere le foreste del Pianeta

Camminare nei boschi!

Ciaspole, che passione! 1

Ciaspole, che passione! 2

Trekking intorno al mondo

Camminare, che passione!

Andare in escursione, i consigli per prepararsi nel modo giusto

Le scarpe giuste per il trekking

Lo zaino, questo (s)conosciuto…! (1a parte)

Lo zaino, questo (s)conosciuto…! (2a parte)

Abbigliamento e attrezzatura per le escursioni (parte 2) | Vestirsi a cipolla

Abbigliamento e attrezzatura per le escursioni (parte 3) | Bastoncini telescopici

Abbigliamento e attrezzatura per le escursioni (parte 4) | Preparare lo zaino

Elogio del bighellonare: un toccasana per corpo e natura

Inverno, escursioni responsabili in montagna!

.

Scritto da Stefano Spinetti

Esperto escursionista, fautore del turismo a piedi, attualmente presidente nazionale dell'AIGAE, l'Associazione Italiana della Guide Ambientali Escursionistiche. Guida professionista, conduce viaggi e trekking itineranti da molti anni in diversi paesi del mondo. Appassionato di viaggi e innamorato della natura Stefano si dedica inoltre con passione all'insegnamento di materie legate al turismo sostenibile. E' fondatore di Four Season Natura e Cultura.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description