Tel: 06/85376501 info@wwftravel.it

Vacanze WWF
 

Bici in Famiglia: 10 motivi per andare in bicicletta con i propri figli!

Pedalare in famiglia  è un’esperienza bellissima, che rende più vicini adulti e bambini, ed è una perfetta occasione per condividere valori e sensazioni, la voglia di nuove avventure lungo la strada, l’attenzione per l’ambiente, la conoscenza delle proprie potenzialità, il rispetto dell’altro e dei suoi tempi.

Ecco 10 motivi per andare in bicicletta con i propri figli:

Family-Biking1. E’ innegabile! Lo fai perché ci vai innanzitutto tu: se lo proponi ai tuoi figli è perché ti piace pedalare!

2. Una famiglia in bici è quasi sicuramente una famiglia in meno in auto: quindi meno inquinamento, traffico, stress!

3. Andando in bicicletta, i bambini danno una risposta al loro bisogno primario di esplorare il mondo in modo autonomo, mettendosi in gioco in modo diretto, misurando le proprie capacitùà e il proprop valore, imparando attraverso l’esperienza.

4. L’andare assieme in bicicletta fornisce ai bimbi degli ottime elementi per crescere in modo equilibrato: sono da una parte autonomi e, nello stesso tempo sono guidati e assicurati dai genitori.

5. La bicicletta è indubbiamente utilissima per la salute fisica dei bambini (e degli adulti): in Italia abbiamo il triste primato europeo dei bambini sovrappeso con il 37% del totale (Spagna e Grecia 27%, Svizzera 24%, Inghilterra 20%, Francia 19%, Svezia 14%).

6. Insegnare ai giovanissimi l’importanza di un sano stile di vita rappresenta un investimento per il futuro sia in salute che in benessere finanziario per tutta la Nazione: in Italia, infatti, il 70% delle cause di morte deriva dalle più comuni patologie croniche, tutte in gran parte prevenibili con un sano stile di vita.

7. Una vacanza attiva della famiglia in natura (senza le distrazioni di televisione, smartphone, tablet e di altri congegni elettronici) può contribuire a riconciliare tra loro genitori e figli, calmare gli animi e aiutare tutti a rilassarsi!

8. La bici è il mezzo ideale per apprezzare al meglio il paesaggio e la natura in cui si pedala; in auto la velocità non consente di farlo!

9. Usando la bicicletta, mezzo sostenibile per eccellenza, possiamo contribuire a ridurre le emissioni di CO2: il settore di trasporti in italia è responsabile dell’emissione di 128,5 milioni di CO2 l’anno, di cui il traporto su gomma costiscuir eil 92% (118,3 milioni di tonnellate).

10. La Natura  il classico scenario di fondo per una biciclettata familiare) rappresenta una efficace terapia per bambini iperattivi e dotati di scarsa autodisciplina e con livelli di attenzione minimi; in generale (adulti compresi) aiuta ad affrontare l’ansia e lo stress.

SE VUOI APPROFONDIRE:

SCOPRI LE NOSTRE PROPOSTE DI VACANZE IN BICI PER LE FAMIGLIE!>>

IL LIBRO “BIMBI IN BICI”

LEGGI ANCHE

La strada (…secondo il cicloturista)

Cicloturismo: la Strada

Cicloturismo: Fiori di strada

Cicloturismo: due ruote miliardarie

Cicloturismo: Bimbi in bici! Consigli per pedalare in famiglia

Ecoturismo in bicicletta: come scegliere le borse!

In bici con i bimbi

Cicloturismo responsabile. Bimbi al seguito: carrelli, trailgator & C

Come insegnare a un bambino ad andare in bicicletta!

Aria di primavera! Puliamo la nostra bicicletta!

Cicloturismo: gli itinerari più belli d’Italia- La Via del mare (da Rovigo a Portogruaro)

Cicloturismo: gli itinerari più belli d’Italia: Salento!

Mongolia, avventure in bicicletta! 1a Puntata

Mongolia, avventure in bicicletta! 2a Puntata

Mongolia, avventure in bicicletta! 3a Puntata

 

ROBERTO FURLANI

Triestino di nascita e milanese di adozione, è responsabile dell’Ufficio Turismo, dopo un passato di ittiologo d’acqua dolce e di educatore ambientale. Le sue principali passioni sono la famiglia, la scrittura (è giornalista) e la lettura. Ama tutti gli sport legati alla natura, in particolare viaggi e escursioni a piedi, in bicicletta e sott’acqua e la genuinità dei prodotti locali… vini compresi, ovviamente!

.

Scritto da Roberto Furlani

Triestino di nascita e milanese di adozione, è responsabile dell'Ufficio Turismo, dopo un passato di ittiologo d'acqua dolce e di educatore ambientale. Le sue principali passioni sono la famiglia, la scrittura (è giornalista) e la lettura. Ama tutti gli sport legati alla natura, in particolare viaggi e escursioni a piedi, in bicicletta e sott'acqua e la genuinità dei prodotti locali... vini compresi, ovviamente!

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description