Tel: 06/85376501 info@wwftravel.it

Vacanze WWF
 

Viaggio nella natura del Pantanal

Yacare Caiman, BrazilSe volete avere la matematica certezza di avvistare degli animali allo stato selvatico (e che animali!) il Pantanal, il più grande sistema di zone umide d’acqua dolce del mondo, è il posto che fa al caso vostro!


Questo incredibile ambiente tra i più incontaminati e meno esplorati del Sud America e ospita la maggiore concentrazione di fauna selvatica del continente americano: 102 specie di mammiferi, 650 specie di uccelli, 270 di pesci, 177 specie di rettili e 40 di anfibi. Si stima che 30 milioni di caimani condividano questo paradiso con la zona umida formichieri, anaconda, capibara, pecari, tapiri, giaguari, nandù e aree giacinto.

Anche la vegetazione non è da meno! Un bel miscuglio di savana, foresta, prateria e caatinga, (una sorta di foresta formata da vegetazione che assume un colore verdeggiante solo d’inverno). Complessivamente circa 3500 specie di piante a disposizione di tutti. La sfida è aperta a  chi ne è in grado di riconoscere il maggior numero!

Toco ToucanQuesta Arca di Noè  in versione sud-americana è ospitata su circa 210.000 kmq di territorio (circa 2/3 della superficie dell’Italia, 20 volte più grande delle mitiche Evergledes in Florida) di cui circa la metà si trovano nel Brasile centro-occidentale del Brasile, tra gli stati del Mato Grosso e del Mato Grosso del Sud. Il resto, poco meno di 100.000 kmq, si trovano in Bolivia e nel Paraguay orientali. L’area è così così enorme che i primi coloni europei pensarono di aver scoperto un grande mare interno!

Pantano sta a indicare palude sia in portoghese che in spagnolo. Il Pantanal è in realtà una enorme pianura alluvionale, uno degli habitat più produttivi del mondo.

Hyacinth Macaw, BrazilE’ un’area che viene inondata annualmente dall’acqua delle piogge tropicali (la stagione va da ottobre/novembre a marzo). I due terzi del territorio vengono così allagati per circa 6 mesi l’anno. Straripando i fiumi, si creano delle vere e proprie isole di vegetazione (le cordhilleiras) sopra il livello dell’acqua, dove si concentrano gli animali. La massima profondità (circa 3 metri rispetto alla stagione secca) viene raggiunta a marzo nel Pantanal settentrionale. Si crea così una sorta di vivaio gigante per la vita acquatica. Quando le acque si ritirano durante la stagione secca, la savana si copre lentamente di piante. Il Pantanal attrae un grande numero di uccelli e di altri animali – uno dei più grandi fenomeni naturali della regione – che si contendono i pesci che sguazzano nelle pozze rimaste.

Pantanal, Mato Grosso, BrazilRispetto ad altre zone umide nel mondo, il Pantanal è considerato quella meglio conservata, ma meno del 2% è sotto tutela. La maggior parte è di proprietà privata e il Parque Nacional do Pantanal Matogrossense si estende su una superficie di soli 1350 kmq.

panda con cuffie1.

Scritto da Andrea Giorgi

Andrea Giorgi, accompagnatore Turistico internazionale, specializzato nelle destinazioni medio e lungo raggio. Ha vissuto in Spagna (a Siviglia, dove ha appreso i segreti del flamenco e della manzanilla) ed in Sud America (a Montevideo, dove ha imparato ad apprezzare i piaceri di un frigorifero pieno di cose da mangiare...), oltre a periodi trascorsi viaggiando in varie parti del mondo (all'Isola di Pasqua hanno scolpito un Moai che gli assomiglia. Dal 2009 partecipa alla gestione delle attività di Four Seasons, e collabora con WWF Nature per la programmazione e la gestione dei viaggi adulti.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description