Tel: 06/85376501 info@wwftravel.it

Vacanze WWF
 

Weekend nella Natura, nell’Oasi WWF Le Bine

Aprile dolce dormire dice il detto…beati voi non vale per le Oasi! Ad aprile c’è il risveglio delle scuole che hanno voglia di tuffarsi nella natura giocando fra i boschi, gli stagni e con gli asini, i cani, le api de Le Bine.


E poi c’è l’orto da preparare con pomodori, zucchine, melanzane… A volte nevica ma non è propriamente neve ma il polline dei pioppi che ricopre il terreno quasi come neve, ma non si riesce ad usarlo per fare pupazzi.

Ad Aprile è bello assistere alla nascita delle foglie e alle diverse strategie messe in atto dalle piante per la riproduzione. C’è chi come l’olmo produce prima i semi e poi le foglie, altri più “tradizionali” producono in ordine foglie, fiori e semi. Il biancospino è tutto fiorito e pieno di foglie verdi brillante, il noce invece più pigro fa uscire le foglie, che non sono subito verdi, più lentamente e ancora con poco odore. Man mano poi cresceranno e diventeranno più profumate.
Nei campi c’è molto tarassaco e, nei boschi, spunta il latte di gallina (buffo nome per una pianta dal bel fiore bianco).

In palude spiccano i campanellini mentre è ancora un po’ presto per vedere il rigoglioso giglio di palude. Sui pioppi ai bordi della lanca sono già nati i pulcini di airone cenerino mentre arrivano i primi migratori dall’Africa: gli usignoli tra i primi e più avanti cannaiole e cannareccioni.

Si tratta sicuramente di uno dei periodi più belli per vedere le zone umide. Non fa caldo, le zanzare sono solo un ricordo dell’anno precedente e gli alberi danno il meglio di se (anche se a volte un bell’autunno da’ del filo da torcere alla primavera…) i boschi, le paludi ed i campi risuonano dei canti degli uccelli mentre l’orecchio di un naturalista attento sentirà anche le raganelle.

E adesso vi lascio perchè mi chiamano per andare a piantare i pomodori.

 L’aspetto curioso

Un nido artificiale per piccoli passeriformi in legno, costruito dai detenuti del carcere di Gorgona Ed Idaho in questo anno a Le Bine come cassetta per le donazioni, è stato scelto come vero nido da una coppia di cinciallegre, che vi hanno già deposto 10 uova. La femmina della coppia è stata inanellata a Le Bine, il 23 febbraio.

Vieni a trovarci!

Clicca qui per entrare nel nostro sito! >>>

PER APPROFONDIRE

I Week end di WWF NaTuRe

Le strutture proposte da WWF NaTuRe

Week end nella natura della Maremma

Un weekend speciale: la Riserva marina di Miramare, il Carso e Trieste!

Week end nella Natura: scoprire le zone umide!

Week end nella Natura: scopri l’Oasi di Valle Averto!

Weekend in Natura: l’Oasi di Alviano nella verde Umbria

Natura romana: l’Oasi di Macchiagrande!

Weekend in Natura: l’oasi della lontra

Guida Segreta ai Paradisi Naturali d’Italia e altro…..

Weekend Natura: nelle Langhe dell’astigiano tra Natura e delizie varie

Week end e viaggio nella Natura : l’Oasi WWF di Le Cesine e il Salento

Weekend nel Monferrato: l’oasi WWF di Valmanera e i suoi dintorni

Weekend nella Natura: scopriamo la biodiversità e i paesaggi del Bel Paese

Caprioli a 30 Km dalla madonnina: ecco il Bosco di Vanzago.

Scritto da Francesco "Ciccio" Cecere

Francesco Cecere, detto Ciccio, è una via di mezzo fra l'educatore, la guida naturalistica, l'agricoltore ed il burocrate, con pochi momenti come naturalista. Ha percorso verso Nord la penisola partendo da Altamura, poi Matera, Parma ed infine Le Bine dove è approdato con una laurea in scienze naturali e il desiderio di gestire un'area protetta.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description