Tel: 06/85376501 info@wwftravel.it

Vacanze WWF
 

Bimbi in barca

Quando si è genitori i bimbi sono sicuramente il tema cardine della nostra vita. Dalla nascita di Giulia ho cercato con ogni mezzo di coniugare la grande passione che ho per la vela con il grande amore che ho per la mia famiglia.


Come potete immaginare le preoccupazioni di un genitore sono sempre incontrollabili (quando troppe, quando poche) e i pediatri non aiutano spesso immaginando le imbarcazioni di oggi, dotate di ogni confort e sistema di sicurezza, come le “galere” che navigavano nei secoli scorsi. Spinto da molte esperienze di crociere con famiglie sono riuscito a convincere la mia compagna a “battezzare” la nostra bimba già all’età di 8 mesi con una crociera di 3 settimane tra l’Elba, la Corsica e la Costa Azzurra con tanto di traversate e navigazioni notturne.

Fu un’estate magica dove ci siamo diverti tantissimo, incontrando pochissime difficoltà (grazie ad una preparazione accurata di ogni aspetto) e con poca fatica avendo sempre tutto a portata di mano: latte, biberon, fornelli, frigorifero, ricambi, pannolini, ecc. La cosa più importante era stata di prevedere una grande zona d’ombra dove fosse protetta dal sole diretto, troppo aggressivo per la sua tenera età. I bagni erano un momento molto ambito e dormire al fresco della ventilazione naturale è stato sempre molto più facile che a casa pur abitando a pochi metri dal mare.

Crescendo la soddisfazione di portarla in vacanza con noi è sempre aumentata con la sua consapevolezza dei ciò che le accadeva intorno: mare, uccelli, pesci, tutto è una meravigliosa e fantastica scoperta come il primo delfino che ti guarda e ti sorride a prua della barca. Unico neo è la maggiore attenzione ed i maggiori accorgimenti per la sicurezza da fornire da quando ha cominciato ad essere indipendente nella deambulazione e a non poter essere “rovesciata come un a tartaruga”. La presenza di altri bambini è un aiuto importante dai 3 anni quando si “neutralizzano” a vicenda giocando insieme.

Avere bimbi in barca fa tornare bambino anche me facendomi partecipe di emozioni che dopo anni di navigazione rischiamo di dare per scontate.

I bimbi, per le mie osservazioni, possono soffrire il mal di mare ne più ne meno di un adulto (a parte quelli non ancora svezzati che hanno una dieta puramente liquida). Il meccanismo è lo stesso e le condizioni scatenanti sono le medesime. Rispetto agli adulti hanno un grosso svantaggio ed un grosso vantaggio: il primo è che non adotteranno nessun comportamento preventivo nonostante le raccomandazioni dei genitori, il secondo è che la sonnolenza legata all’insorgere del disturbo non è ostacolata da vergogna o altre remore e si addormentano velocemente bloccandone il progresso.”

 Consigli pratici

Quando si programma una crociera in barca con un bimbo è consigliabile:

• una “cintura di sicurezza” adatta alle sue dimensioni;

• un mezzo di galleggiamento (braccioli o giubbotto) da poter indossare continuamente in coperta;

• una ampia zona d’ombra in pozzetto;

• una cuccetta con un telo antirollio ben saldo;

• crema solare a schermo totale;

• sempre un cappello (anche durante i bagni) per proteggere testa ed occhi dal sole;

• occhiali da sole;

• avere una muta per il bagno (si trovano sopra i 3 anni) perché al largo l’acqua è più fredda cha a riva;

• per il bagno per i più piccoli la ciambella con la mutandina integrata, quando crescono i braccioli;

• una rete di protezione ai candelieri per evitare cadute accidentali;

• cominciare facendo prima una notte in porto senza navigazione e poi facendo navigazioni brevi via via crescenti;

• uno sterilizzatore ad amuchina (solo per i più piccoli);

• una bacinella per il bagnetto (solo per i più piccoli);

• un pentolino monoporzione per cucinargli una pastasciutta (condita in modo vario) da preparare al momento della colazione da servire tiepida all’ora di pranzo se si è in navigazione quando gli adulti mangiano pane e salame.”

 

Siamo curiosi di sentire la vostra esperienza: avete fatto vacanze in barca a vela con bambini? Che ricordi avete? Dove siete andati? Avete dei consigli da dare, dal votro punto di vista?

SCOPRI LE NOSTRE VACANZE A VELA!

PER BAMBINI & RAGAZZI

PER FAMIGLIE

PER ADULTI

WEEK END A VELA

PER APPROFONDIRE

Vela per ragazzi e famiglie: ecco 7+3 punti di forza!

Vela & Ambiente: un binomio vincente nella Regata dei Cetacei

Magico Tirreno …responsabile!

Crociera scuola: cosa lascio a terra e cosa riporto a casa!

In Regata, a scuola di sostenibilità

 

 .

Scritto da Andrea Parenti

Andrea ha cominciato da giovanissimo a veleggiare sulle derive dei genitori degli amici. A 18 anni la folgorazione con la prima crociera in barca con due amici su un vecchio Golif di 6,5 metri in Arcipelago Toscano quando non esistevano GPS e cellulari. Nel 1996 ha fondato il Circolo Vela Mare con l'obiettivo di dare vita ad una scuola di vela che fosse sensibile ai temi sociali e ambientali utilizzando la cultura del mare per formare giovani e meno giovani.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description