Tel: 06/85376501 info@wwftravel.it

Vacanze WWF
 

Natura & Fotografia: la strategia della Formica

Dicevamo delle location

Ce ne sono alcune magiche, in cui in ogni angolo c’è qualcosa di speciale pronto ad ispirare la nostra creatività. Questi luoghi d’elezione, però, se non avremo preparato la nostra “spedizione” al meglio, correranno il rischio di trasformarsi in “occasioni mancate“. Per evitare che questo accada vi invitiamo a provare a seguire i nostri semplici consigli.

Ma cerchiamo di fare qualche esempio pratico …


2 homoambiens53842Un viaggio fotografico in Pantanal può essere il giusto modo per coronare il sogno di un fotografo naturalista. Il Brasile è un paese straordinario, pieno di meraviglie, ed il Pantanal è uno dei gioielli naturali più preziosi di tutto il paese. E’ l’area umida più grande del pianeta e conserva una straordinaria biodiversità.

Detto così tutto può apparire semplice: è sufficiente recarsi sul posto con una buona attrezzatura pronti a scattare …

Certo questa può essere una strategia, anzi è la strategia adottate da alcuni viaggiatori “istintivi“, che scelgono di approcciarsi ai luoghi con un animo “vergine“, senza condizionamenti preliminari, ed è una strategia che noi chiameremo la “strategia della cicala“.

Un atteggiamento del genere presenta però moltissimi rischi soprattutto per un fotografo naturalista.

A noi piace,quindi, adottarne una diversa:

Prepariamo le spedizioni per mesi e nei minimi dettagli. Leggiamo molte pubblicazione scientifiche e divulgative sulle specie, gli ambienti e sui popoli che incontreremo nel nostro cammino. Cerchiamo ispirazione nelle immagini di altri fotografi che hanno già frequento quei luoghi … poi una volta arrivati proviamo a dimenticare tutto, a guardare il mondo che ci troviamo a documentare a modo nostro, per coglierne gli aspetti inediti, avendo alle spalle un solido background.

Parlavamo del Pantanal, dunque, una delle nostre spedizioni in quest’area può rappresentare un buon esempio di quali possano essere i vantaggi di quella che chiameremo la “strategia della formica“.

Come ogni brava formichina prima di partire abbiamo raccolto molte informazioni e siamo venuti a conoscenza, grazie alla consultazione del lavoro svolto dal progetto del WWF “Pantanal Forever“, dei problemi legati alla gestione di questa area smisurata. Poiché essa sorge interamente su territori privati, è strategico per la conservazione creare un rapporto dialettico con i grandi proprietari terrieri e i “Pantaneri”, che vivono e lavorano in queste terre. Questa consapevolezza ci ha permesso di dare maggior senso e maggiore profondità alle suggestive immagini della vita dei cowboy del Pantanal e di metterle in relazione con gli sforzi di conservazione che si stanno facendo in quella zona.

Durante le spedizioni in Pantanal, inoltre, ci siamo, sicuramente, concentrati sulla documentazione delle due specie icona della zona: il maestoso giaguaro e la magnifica ara giacinto, ma non abbiamo trascurato di raccogliere immagini di anfibi, rettili, insetti,funghi e specie vegetali che, insieme ai mammiferi e agli uccelli, costituiscono tasselli fondamentali di questo straordinario mosaico della biodiversità. Ed è qui che la strategia della formiche ci è stata più utile, infatti sapevano cosa, dove, come e quando cercare. Certo una dose di buona sorte è sempre necessaria ma deve essere aiutata e sostenuta, non ci stancheremo mai di ripeterlo, dal lavoro e della preparazione.

Quindi che dire? Viva le formiche … ma anche le cicale, perché no? In fondo nel mondo della fotografia c’è posto per tutti.

2 homoambiens53947

FOTOGRAFIA, LEGGI ANCHE:

Fotografia & Natura: tutta un’altra storia!

Siamo “tutti fotografi”?

Fotografia & Natura: raccontare Storie…

Fotografia & Natura: questo non è un mestiere per cinici!

Fotografia e Natura: cosa mi porto?

Fotografare nella Natura: Fotografo Giaguaro o Cercopiteco?

Fotografare in viaggio: è davvero necessario?.

Scritto da Homo Ambiens

Homo Ambiens si dedica da molti anni alla Conservation Photography, il settore della fotografia naturalistica che concentra la propria attenzione sulla salvaguardia della natura. Le fotografie sono realizzate da Alberto Cambone e Roberto Isotti; naturalisti, fotografi e fondatori dell'agenzia. I testi sono di Micòl Ricci, collaboratrice di Homo ambiens per la redazione di testi e articoli.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description