Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

Vacanze WWF
 

Pontremolese: viaggiare lento nell’Appennino veloce – 3

20a12b3f495f4c872b2b108acea7b37f_L

Riattraversiamo con lentezza le transappenniniche settentrionali, lungo le antiche vie che collegano il Nord Italia dal resto della Penisola. Sentieri, mulattiere, crinali e tratte ferroviarie! Oggi Maurizio Bacci ti presenta la Pontremolese!



03Pontremolese
Questa linea collega La Spezia alla direttrice Bologna-Milano, in corrispondenza di Parma, risalendo l’Appennino lungo il fiume Magra in Toscana e scendendo lungo il Taro in Emilia.

Iniziata nel 1880, fu completata nel 1894 ed elettrificata nel 1933. Il tracciato si sviluppa per circa 120 km percorribili in poco più di due ore. Dalla stazione di Aulla (MS), con il tracciato che giunge a Lucca, si interseca il trenino della Garfagnana, con altri 90 km e 2 ore di viaggio, tra le stazioni strette nella valle tra la Lunigiana e le Alpi Apuane.

Nei dintorni di Sarzana, questa tratta ci consente anche degli scorci costieri, con il Parco Regionale Montemarcello-Magra, che tutela l’ambiente fluviale della bassa Val di Magra, con ampi meandri e laghetti creati dal lento e sinuoso scorrere delle acque, e il bel promontorio che si affaccia fino al Golfo dei Poeti. Proprio su questo tratto del fiume e sull’affluente Vara sono stati sviluppati studi e progetti di rinaturalizzazione e riqualificazione idraulico-ambientale, curati dall’autore del presente articolo, che rappresentano casi piolota a livello nazionale (www.irisambiente.it).
MAUB2367Poco distante dalla stazione ferroviaria di Sarzana, presso l’Apt è possibile noleggiare biciclette per inoltrarsi nel parco. Dalla stazione di Filattiera, nel cuore della Lunigiana, partono invece gli autobus delle compagnie Vaibus e CAT per giungere nel versante toscano del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano.
Per chi si appassiona alla storia la meta obbligata è quella delle Statue Stele, monumenti in pietra arenaria antropomorfe, che rientrano nel fenomeno del megalitismo. Dalla stazione di Pontremoli si sale per 500 m sul colle che ospita il Castello del Piagnaro, che, oltre a custodire decine di queste sculture, è dotato di un servizio di foresteria.

Per gli amanti del trekking dalla stazione di Berceto (PR), con un servizio Prontobus, si può intraprendere una tappa della via Francigena, ben segnalata, dal Passo della Cisa giù fino a Pontremoli, in un impegnativo percorso di 5 ore e quasi 20 km. A fine camminata imperdibili i testaroli della lunigiana, sottili pizzette tonde di pane azzimo di circa 40-45 cm di diametro, cotti nei tipici testi di ghisa, e i dolci della Pasticceria degli Svizzeri.
In questi luoghi cosiddetti di passaggio, se ci si concede una sosta, viene proprio la voglia di fermarsi. E non andarsene più via.

SITI WEB:
www.parcapuane.it
www.parcoappennino.it/

SITI DI INTERESSE GENERALE
www.turismointreno.it
http://trekkingcoltreno.it
www.caitoscana.it
www.caiemiliaromagna.org
www.trenitalia.it

I POST DI MAURIZIO BACCI NEL BLOG WWF NATURE

Viaggiare lento nell’Appennino veloce – 1
Viaggiare lento nell’Appennino veloce – 2
Viaggiare lento nell’Appennino veloce – 3
Viaggiare nella Natura – Laghi che passione/1
Viaggiare nella Natura-Laghi che passione/2!
Viaggiare nella Natura-Laghi che passione/3
In Treno sulla Lava: in viaggio con la Ferrovia Circumetnea – 1a Puntata
In Treno sulla Lava: in viaggio con la Ferrovia Circumetnea – 2a Puntata
Turismo lento: il Parco dal finestrino
Ecoturismo a scartamento ridotto
Sulla neve senz’auto – Parte I
Sulla neve senz’auto – Parte 2
Ecoturismo in canoa-1
Ecoturismo in canoa-2

 

Scritto da Maurizio Bacci

Maurizio Bacci (1960), primo laureato in Italia in Ingegneria Ambientale (1986). Esperto in riqualificazione fluviale, VIA, ingegneria naturalistica, turismo e mobilità sostenibili, efficienza energetica, modelli di vita a basso effetto ambientale, fotografia naturalistica, escursionismo. Ha lavorato per UE, ministeri, regioni, enti territoriali, università, editori, società, ONG. E' amministratore e direttore tecnico della società IRIS (irisambiente.it). Collabora col WWF Italia dal 1979 e attualmente è consigliere nazionale. E' ideatore dei network turismointreno.it e h2oltre.com (educazione ambientale percettiva e creatività multiartistica).

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description