Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

Vacanze WWF
 

Week end nella Natura: scoprire le zone umide!

79b97955b8731b521a435e9c32b1911f_L

Ecco delle splendide mete per una “full immersion”  nella Natura, sia esso un week end o un viaggio: le zone umide!


Cianchi_Marzaiola_lowNonostante le loro ridotte dimensioni, questi ambienti sono,  in assoluto,  tra i più ricchi di biodiversità. Le aree umide forniscono acqua potabile, aiutano a depurare le acque e producono il 24% del cibo del Pianeta. Sono infatti altamente produttive e per questo motivo sono di vitale importanza per la pesca e per altre attività umane, in diverse aree del mondo.
A questi ambienti è legato (si sitima) circa il 40% delle specie viventi; di queste il 12% delle specie animali totali e il 38% di quelle vegetali.
Quasi il 50% delle specie di uccelli presenti in Italia sono legate alle zone umide. Circa due miliardi di uccelli migratori  di tutte le taglie (dai piccoli luì alla grande cicogna bianca) ogni primavera attraversano l’Italia, ponte nel Mediterraneo fra Africa ed Europa. Le nostre aree umide rappresentano per molti un ”pit stop’‘, una sorta di area di servizio lungo le autostrade delle migrazioni per la sosta, l’alimentazione, ma anche la nidificazione.
Fabrizio Bulgarini ci racconta quali sono le peculiarità delle zone umide italiane e quali specie possiamo incontrare!

Buon ascolto!

panda con cuffie1

PER APPROFONDIRE

I Week end di WWF NaTuRe

Le strutture proposte da WWF NaTuRe

Week end nella natura della Maremma

Un weekend speciale: la Riserva marina di Miramare, il Carso e Trieste!

Week end nella Natura: scopri l’Oasi di Valle Averto!

Weekend in Natura: l’Oasi di Alviano nella verde Umbria

Weekend in Natura: l’oasi della lontra

Guida Segreta ai Paradisi Naturali d’Italia e altro…..

Weekend nella Natura, nell’Oasi WWF Le Bine

Weekend Natura: nelle Langhe dell’astigiano tra Natura e delizie varie

Week end e viaggio nella Natura : l’Oasi WWF di Le Cesine e il Salento

Weekend nel Monferrato: l’oasi WWF di Valmanera e i suoi dintorni

Weekend nella Natura: scopriamo la biodiversità e i paesaggi del Bel Paese

Caprioli a 30 Km dalla madonnina: ecco il Bosco di Vanzago

 

Scritto da Fabrizio Bulgarini

Ho iniziato a collaborare con il Wwf nel 1986 a vent'anni. Pura passione e puro volontariato al servizio del recupero di animali selvatici feriti, dei progetti di conservazione, campi di sorveglianza ai nidi di rapaci, gestione delle Oasi e aree naturali protette dal Wwf. Contemporaneamente ho studiato Scienze Naturali all'Università e mi sono laureato, specializzandomi nel campo ornitologico. Ora sono Responsabile della Conservazione per il WWF Italia.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description