Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

Vacanze WWF
 

Snorkeling: alla scoperta della Posidonia!

336d6e45001c603052accd6de4c50b60_Generic

La prateria di posidonia oceanica è uno degli ambienti più importanti del Mediterraneo, una peculiarità mediterranea, il primo biotopo marino, per l’Unione Europea, oggetto di conservazione e uno degli ambienti più interessanti per gli snorkelisti da esplorare durante una vacanza o un viaggio nella Natura!


disegnoE’ indubbiamente un ambiente che, con un giusto approccio, può offrire parecchi spunti di osservazione; paradossalmente viene  snobbato dallo snorkellista poco attento: trovarsi di fronte a un tappeto erboso agitato dal mondo ondoso può lasciare infatti un po’ sconcertati se questo ambiente  non viene opportunamento   interpretato. Per questo una guida che ci accompagna durante l’esplorazione può facilitare la sua conoscenza.
Il posidonieto è estremamente ricco di vita; qui  è possibile fare osservazioni sia di giorno che di notte. Di giorno tra le foglie di posidonia possiamo trovare una infinità di pescetti. La prateria di Posidonia è  infatti una nursery per molti pesci che, quando saranno grandi, frequenteranno poi  altre zone del mare. E’ l’ambiente in cui si rifugia il cavalluccio marino.
Di notte il posidioneto diventa il paradiso di tanti piccoli invertebrati, che rimangono nascosti durante il giorno, rintanati nella sabbia.
Trovate in pochi metri quadrati di posidonieto quello che non vi immaginereste mai! Con pazienza
PINNA-NOILISe  attenzione andate a cercare uno dei suoi  ospiti più importanti anche per le sue dimensioni):  la cozza gigante, (Pinna nobilis) che si può trovare tra le foglie ai bordi o nel mezzo ai suoi margini.
C’è quindi tanto da scoprire! In diversi punti del Mediterraneo è possibile osservare delle praterie di posidonia in pochi metri di acqua.  Ecco dove:

• Il Ponente ligure;
• il Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano, in particolare alcune cale dell’isola Elba;
• le acque del Parco nazionale del Circeo;
• nelle isole Egadi si trova il posidonieto del mediterraneo più esteso; qui sono avviati diversi progetti di monitoraggio.

Pillole di Posidonia:

EUO_c_OCEANA_Carlos_Minguell_43880• La Posidonia è una piante che si trova solo nel Mar Mediterraneo; occupa un’area intorno al 3% dell’intero bacino;
• Vive tra 1 e 30 metri di profondità, eccezionalmente e solo in acque molto limpide fino ai 40 metri, e sopporta temperature comprese fra i 10 e i 28 °C.
• l’apparato radicale si sviluppa in rizomi che si accrescono verticalmente e orizzontalmente. Ciò consente di contrastare l’insabbiamento dovuto ai normali processi di sedimentazione. L’intreccio dei rizomi porta a trattenere e cementare la sabbia formando le caratteristiche strutture denominate mattes. Le foglie si sviluppano e si accrescono verticalmente in direzione della radiazione luminosa.
• La riproduzione è sessuata e si svolge attraverso la fioritura, la fruttificazione e la dispersione dei semi. E’un processo che avviene molto raramente. Tutti i processi di accrescimento dei rizomi, delle foglie e della matte sono lentissimi.
• La prateria di posidonia costituisce la “comunità climax” del Mediterraneo, il massimo livello di sviluppo e complessità che un ecosistema può raggiungere.
• Il posidonieto è, per l’Unione Europea, un “habitat prioritario“.

PosidoniaRuolo della posidonia:

. grazie al suo sviluppo fogliare libera nell’ambiente fino a 20 litri di ossigeno al giorno per ogni m2 di prateria;
. produce ed esporta biomassa sia negli ecosistemi limitrofi sia in profondità;
. offre riparo ed è area di riproduzione per molti pesci, cefalopodi, bivalvi, gasteropodi, echinodermi e tunicati;
. consolida il fondale sottocosta contribuendo a contrastare un eccessivo trasporto di sedimenti sottili dalle correnti costiere;
. agisce da barriera, smorzando la forza delle correnti e delle onde prevenendo l’erosione costiera;
. lo smorzamento del moto ondoso operato dallo strato di foglie morte sulle spiagge le protegge dall’erosione, soprattutto nel periodo delle mareggiate invernali.

Pericoli per la Posidonia:posidonia su matte

• inquinamento:
• nautica da diporto (raschiamento delle ancore sul fondale, sversamenti di idrocarburi, detergenti, vernici, rifiuti solidi etc…)
costruzione di opere costiere e di conseguenza l’immissione di scarichi fognari in mare che, aumentando la torbidità dell’acqua, ostacolano la fotosintesi;
costruzione di dighe, dighe foranee e barriere che modificano il tasso di sedimentazione in mare;
eutrofizzazione delle acque costiere che provoca un’abnorme crescita delle alghe epifite, ostacolando così la fotosintesi.
• Recentemente le praterie sono minacciate anche dalla competizione con due alghe tropicali accidentalmente immesse in Mediterraneo, la Caulerpa taxifolia e la Caulerpa racemosa. Le due alghe presentano una crescita rapidissima e stanno via via soppiantando la posidonia.

LEGGI ANCHE:

La Posidonia

L’ambiente della Posidonia (mini guida dei suoi abitanti)

Pronti per lo snorkeling?

Viaggio nella Natura del Mediterraneo

Snorkeling: i migliori posti del Mediterraneo!

Snorkeling: 8 consigli per praticarlo al meglio!

Snorkeling: le sei migliori barriere coralline

Snorkeling: ecco come scegliere l’attrezzatura!

Snorkeling: scopriamo la donzella comune!

Snorkeling: ecco il pesce più colorato del Mediterraneo!

Snorkeling: weekend di fine stagione!

Snorkeling: alla ricerca del mollusco (bivalve) più grande del Mediterraneo!

Snorkeling – Conosci le Barriere Coralline in 11 punti!

Snorkeling nel Triangolo dei Coralli! 10 motivi per conoscerlo meglio!

Scopri che cosa fa il WWF per i Mediterraneo! 

 

 

Scritto da Emilio Mancuso

Emilio Mancuso (http://www.verdeacqua.org), è socio dell'Istituto per gli Studi sul Mare (che collabora con WWF NaTuRe per la realizzazione dei campi marini), istruttore subacqueo, appassionato di fotografia,viaggi e contaminazione con il mondo! E' inoltre consulente AIGAE (Associaizone Italiana Guide Ambientali Escursioniste) per il settore mare con l'obiettivo, da sempre, di condividere conoscenza, consapevolezza e passione per il mare.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description