Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

Vacanze WWF
 

Snorkeling: ecco come scegliere l’attrezzatura!

Snorkeling_ragazzo con tartaruga_copertina

Estate, tempo di snorkeling! Ecco 6 pratici consigli su come scegliere l’attrezzatura (che deve essere semplice ma confortevole), per realizzare al meglio questa attività entusiasmante in una  Vacanza o in Viaggio nella Natura !


snorkeling_ragazza– Le pinne devono servire a fare meno fatica, non per andare più veloce! Va quindi benissimo la classica pinna con scarpetta incorporata, che non  deve essere  rigida,  per evitare di stancarci. La pala non deve essere eccessivamente lunga. Un consiglio: la scarpetta di gomma può sfregare sul tallone con conseguente vescica: può quindi essere d’aiuto indossare un calzerotto di neoprene di 2 millimetri di spessore. Se dovesse subentrare qualche crampo nessun problema! Basta prendere con la mano la pala della pinna e tirare verso di sè; in questo modo il muscolo si rilassa e possiamo così riprendere il nostro snorkeling.

– La maschera: sul mercato ci sono tantissimi modelli e misure. Per sceglierla bisogna fare la prova di calzata senza usare il cingliolo. Basta quindi appoggiare la maschera sul volto, inspirare con il naso e la piccola depressione così creata dovrebbe essere sufficiente per sostenere la maschera sul volto. Se la maschera cade, vol dire che non fa per voi!

– Ecco gli ingredienti per pulire la maschera! Il grasso al silicone, utilizzato dai fabbricanti delle maschere, fa appannare la maschera in un attimo. Con un po’ di dentifricio o di sapone per i piatti, il problema viene  risolto. La nostra saliva è un eccellente anti-appannate! Ricordiamocelo prima di fare snorkelig e di dare una  bella passata alla maschera! Non stringere mai troppo il cinghiolo!

– Lo snorkel (il tubo collegato alla maschera e che ci consente di respirare senza continuare ad alzare la testa ), deve essere semplice. Bisogna controllare con attenzione che le dimensioni siano commisurate a quelle della nostra bocca, altrimenti scappa o dà fastidio.

snorkeling_boa sub– La Sicurezza. Bisogna  avere sempre in acqua la boa che segnala la presenza di
un snorkelista/sud/apneista in acqua: ha una bandiera rossa con una diagonale bianca. In questo modo possiamo mantenere a debita distanza i natanti.

– Per i freddolosi: un mutino leggero da 3-5 mm, intero, consente di rimanere in acqua molto più a lungo. Le mute corte possono andare bene solo se l’acqua è già calda. La muta aiuta a galleggiare più facilmente e a stancarci di meno.

L’attrezzatura più sarà confortevole, più ci consentirà di vivere la meglio questa bellissima attività!

 

SENTI I CONSIGLI DI EMILIO: CLICCA SUL PANDA!

 

panda con cuffie1

 

 

LEGGI ANCHE:

Pronti per lo snorkeling?

Viaggio nella Natura del Mediterraneo

Snorkeling: i migliori posti del Mediterraneo!

Snorkeling: 8 consigli per praticarlo al meglio!

Snorkeling: le sei migliori barriere coralline

Snorkeling: scopriamo la donzella comune!

Snorkeling: ecco il pesce più colorato del Mediterraneo!

Snorkeling: weekend di fine stagione!

Snorkeling: alla scoperta della Posidonia!

Snorkeling: alla ricerca del mollusco (bivalve) più grande del Mediterraneo!

Snorkeling – Conosci le Barriere Coralline in 11 punti!

Snorkeling nel Triangolo dei Coralli! 10 motivi per conoscerlo meglio!

Scopri che cosa fa il WWF per i Mediterraneo! 

Scritto da Emilio Mancuso

Emilio Mancuso (http://www.verdeacqua.org), è socio dell'Istituto per gli Studi sul Mare (che collabora con WWF NaTuRe per la realizzazione dei campi marini), istruttore subacqueo, appassionato di fotografia,viaggi e contaminazione con il mondo! E' inoltre consulente AIGAE (Associaizone Italiana Guide Ambientali Escursioniste) per il settore mare con l'obiettivo, da sempre, di condividere conoscenza, consapevolezza e passione per il mare.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description