Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

Vacanze WWF
 

Turismo responsabile – Che pesci pigliare?

94af61979eb4ea334f75bd3f71cddfb7_Generic

Ecco una serie di consigli pratici per sapere, al ristorante o in pescheria, quando siamo in vacanza o durante l’anno che pesci pigliare!


stinky_fish_388726Tutti parlano di dieta mediterranea, pochi sanno però  che è strettamente legata alle caratteristiche naturali di questa area del Pianeta. Se l’area non fosse in condizioni naturali ottimali la dieta mediterranea non sussisterebbe! Uno dei punti fondamentali della dieta mediterranea è la componente data dal pesce e dalle sue qualità organolettiche.

Che problema c’è però? E’ vero, il pesce è un alimento sano. Il problema è che negli anni questo pesce l’abbiamo pescato in maniera eccessiva. Anche il pesce azzurro, che era solitamente ritenuto abbondante, comincia ad avere dei problemi. Per cui siamo in una condizione al momento attuale di sovrasfruttamento generalizzato.

Rispetto ai dati ufficiali, badate bene non dati delle associazioni ambientaliste ma dati della Commissione Europea, abbiamo più del 95% degli stock commerciali valutati che sono sovrasfruttati. Cioè che stiamo pescando al limite, cioè più di così non possiamo pescare e al momento attuale il mercato ne continua a richiedere, soprattutto durante il periodo estivo perché i turisti vengono e cosa vogliono mangiare? Il pesce del mediterraneo.

Siamo in una condizione particolare per cui i consigli che mi permetto di dare a dei turisti che vengono nel Mediterraneo è quello di mangiare pesce Italia, pesce fresco, pesce pescato da pescatori artigianali locali, informandosi  dai pescivendoli, dai rivenditori, dai ristoratori per capire meglio il pesce che si sta mangiando e, soprattutto, non mangiarne in quantità esagerata nel momento attuale perché siamo in un momento effettivamente di crisi.

ll WWF ha creato una guida che  si propone come uno strumento pratico ed intuitivo per il consumatore che vuole acquistare prodotti della pesca secondo i principi della sostenibilità ambientale. La preferenza di ciascuno può contribuire a modificare l’attuale tendenza del mercato ad un’offerta omologata, non sempre la più adeguata, che trascura il valore del prodotto locale stagionale.

SCARICA, STAMPA E PORTA CON TE LA GUIDA QUANDO VAI AL RISTORANTE O IN PESCHERIA! CLICCA SUL LIBRETTO

guida-wwf108

VUOI SAPERNE DI PIU’ SUL MEDITERRANEO? CLICCA QUI!

Scritto da Marco Costantini

Marco Costantini si occupa di temi ambientali marini per il WWF, in particolare pesca e aree marine protette. Dopo aver conseguito un dottorato in biomonitoraggio dell'alterazione ambientale all'Universita' di Trieste, svolto ricerche in Adriatico, Chesapeake Bay, Lake Erie e Golfo del Messico per conto del NOAA, operato per una decina d'anni nell'Area Marina Protetta di Miramare. Ha deciso quindi di "sporcarsi le mani" nel mondo reale, quello dove il dato scientifico non ha un gran valore se confrontato con il sentito dire, quello dove le pressioni lobbistiche o meri bilanciamenti politici appoggiano scelte illogiche.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description