Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

Vacanze WWF
 

Souvenir pericolosi/3: Asia

e3ae2e8b288489c1fc189dc8b5a1fd9d_Generic

Se ami la Natura e vai in vacanza o viaggi in Asia, ecco alcuni consigli sui souvenir che dovresti evitare di acquistare quando sei lì.


CINA
La maggior parte dei prodotti in serpente e lucertola (come per es. portafogli, scarpe e borse) richiedono un permesso, mentre le medicine tradizionali asiatiche possono contenere parti di specie animali o vegetali protette (come per es. orso, mosco, tigre e alcune piante) e la loro vendita potrebbe essere vietata o richiedere una licenza di esportazione per l’ingresso in Europa. Infine, non bisogna dimenticare che anche per il commercio di tutti i prodotti d’avorio (sia d’elefante, che di ippopotamo) occorre avere un permesso.


Giant clams in souvenir shop, VietnamFILIPPINE

Anche se le conchiglie possono sembrare molto belle in una foto o su un bancone, ricordatevi che sono state prese dal mare quando erano ancora abitate da organismi marini. Fate molta attenzione a non comprare conchiglie di tridacna gigante  (nella foto) perchè la loro esportazione è proibita dalla legge di questo paese, mentre tutti i coralli e i souvenir di pelle di serpente o coccodrillo necessitano di un certificato.

HONG KONG
Esiste una grande varietà di prodotti, incluso l’avorio, in vendita in Hong Kong che tuttavia non può venire importati in molti paesi. Per la vendita di denti di ippopotamo scolpiti e di molte medicine cinesi che contengono ingredienti ricavati da animali o piante minacciate e protette sono necessari speciali permessi o sono del tutto vietati sul commercio internazionale.


shantooshINDIA

Shantoosh, ovvero la Regina delle Lane, è una lana pregiata ricavata dal mantello dell’antilope tibetana, una specie altamente minacciata di estinzione. Questo particolare tipo di lana, che non è altro che la parte più interna del mantello, quella più soffice, è prelevata dall’animale dopo la sua uccisione, che avviene nel periodo invernale. Tra i ricchi lo shantoosh è considerato uno status symbol, un bene di lusso (uno scialle può costare diversi migliaia di euro) ma, sfortunatamente, il costo di questo gioiello sta rapidamente portando la specie all’estinzione: per un solo scialle bisogna uccidere fino a tre animali. Evitate, quindi, di acquistare shantoosh e altri prodotti ricavati dalla fauna selvatica: molti animali, in India, sono protetti dalla legge. Attenzione anche ad altri prodotti come per es. pelli di maculati, prodotti di avorio (zanne di elefante), di pelle di serpente, articoli in corallo e gusci di tartaruga, perché in India si tratta di animali protetti, la cui esportazione è vietata.


marine-turtles-baliINDONESIA

Nelle migliaia di isole dell’arcipelago indonesiano vivono una quantità di animali e piante paragonabili a quelli che si trovano nelle foreste tropicali del Sudamerica. Questo purtroppo ha favorito lo sviluppo di un florido commercio, gran parte del quale illegale, di animali e piante anche se poi molte delle specie vendute sono soggette a restrizioni locali ed internazionali. Evitate anche di comprare souvenir di tartarughe marine e altre curiosità, come gli uccelli del paradiso impagliati. Ricordatevi che avrete bisogno di permessi speciali per portare a casa coralli, pelli ed altri prodotti di rettile.

MALESIA
In questo paese si trovano spesso in vendita, sottovetro, variopinte farfalle tropicali di cui molte specie sono minacciate di estinzione: l’acquisto di questi esemplari, quindi, può contribuire ulteriormente al loro declino in natura. Inoltre, diverse specie sono protette e per la loro importazione in altri paesi sono necessari particolari permessi.

SRI LANKA
La principale minaccia alla sopravvivenza delle tartarughe marine, in questo paese, è l’industria turistica. Molti negozi, lungo la costa meridionale, vendono bracciali, orecchini e fermagli per capelli ricavati da due delle specie più minacciate: la tartaruga verde e la tartaruga imbricata. Si trovano in vendita, inoltre, anche avorio, conchiglie e coralli. Acquistare questi ultimi due prodotti in Sri Lanka non è certo una cosa saggia: anche se effettivamente non sono protetti dalle leggi internazionali, la loro raccolta causa notevoli sconvolgimenti ambientali.


Thai orchid farmTAILANDIA

Nelle foreste tropicali tailandesi le orchidee selvatiche crescono abbondanti. Ma attenzione: portare a casa orchidee tagliate ma cresciute in serra non dovrebbe essere un problema (sempre se il fatto viene ben documentato), al contrario, seri problemi potrebbero esserci se si tentasse di portare a casa piante vive di orchidee selvatiche. Molte specie, infatti, sono minacciate e protette dalla legge. Inoltre, fate molta attenzione a piatti realizzati con animali esotici perchè potrebbe trattarsi di specie minacciate di estinzione.

Copyright © Commissione Europea Viene autorizzata la riproduzione dei testi qui contenuti, a condizione di citare la fonte.

LEGGI ANCHE: 

SOUVENIR PERICOLOSI/1

SOUVENIR PERICOLOSI/2:EUROPA & ASIA

SOUVENIR PERICOLOSI/4:AUSTRALIA & AMERICHE

SOUVENIR PIERICOLOSI/5:ALLA DOGANA

SCARICA OCCHIO AL SOUVENIR, IL PIEGHEVOLE SUI SOUVENIR CHE PUOI COMPRARE QUANDO SEI IN VIAGGIO!

SCOPRI CHE COSA FA IL WWF PER FERMARE IL COMMERCIO ILLEGALE DI FAUNA E FLORA SELVATICI

SCARICA OCCHIO AL SOUVENIR, IL PIEGHEVOLE SUI SOUVENIR CHE PUOI COMPRARE QUANDO SEI IN VIAGGIO!

SCOPRI CHE COSA FA IL WWF PER FERMARE IL COMMERCIO ILLEGALE DI FAUNA E FLORA SELVATICI

 

Scritto da Massimiliano Rocco

Massimiliano Rocco, responsabile programma TRAFFIC (Trade Records Analysis of Flora and Fauna in Commerce) e Specie del WWF, da oltre 20 anni lavora con il TRAFFIC Internazionale, con una specifica esperienza sul commercio dei pappagalli e degli uccelli rapaci.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description