Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

Vacanze WWF
 

Viaggiare nella Natura-Laghi che passione/2!

382b8d3782570445d756f78552586f35_Generic

Nel nostro viaggio nella natura dei laghi italiani abbiamo selezionato alcune mete particolarmente suggestive, individuando i mezzi di trasporto più ecosostenibili per raggiungerle, come il treno o la bicicletta, e presentandole come luoghi di incontro con una flora e una fauna da conoscere e salvaguardare. Prepariamoci a un viaggio ricco di poesia, che questi luoghi dell’anima sono ancora in grado di regalarci. 2a puntata (prosegue)

In battello verso la Sardegna

LaghiIn Sardegna, dove le linee ferroviarie sono poche ma suggestive, è possibile raggiungere il lago artificiale Is Barrocus, salendo su uno dei trenini verdi dedicati al turismo estivo. Partendo da Mandas (Ca), importante nodo delle linee turistiche sarde raggiungibile in treno da Cagliari, seguiamo le orme di D. H. Lawrence e raggiungiamo Isili. Saliamo poi sul treno per Sorgono, puntando verso il Lago di San Sebastiano, poco distante dalla stazione di Sarcidano e molto caratteristico grazie alla deliziosa chiesetta insulare. L’invaso si presta a escursioni in canoa, mentre nei paraggi gole e strapiombi mozzafiato sono mete per gli esperti di arrampicata sportiva. Sempre da Mandas si può prendere l’altra spettacolare linea, per Arbatax, e dopo una trentina di chilometri scendere a Villanova Tulo per un’escursione sui laghi del Flumendosa, magari con un biglietto unico treno-battello.

Anche in Gallura, sulla linea turistica Sassari-Tempio-Palau, nel periodo estivo vengono organizzate escursioni che da Perfugas (Ss), zona di notevole interesse archeologico, in poco più di un’ora portano al lago artificiale del Liscia, ove sono previste mini crociere in battello. Nei paraggi, a Santo Baltolu di Carana, località a pochi chilometri da Luras, si può rendere omaggio a «S’Ozzastru», olivastro millenario di ben 12 metri di circonferenza, dichiarato nel 1991 monumento naturale e inserito a pieno titolo nella lista dei «Venti alberi secolari italiani».

Per approfondire:
www.laghisardegna.it

www.incantos.it/index.php/offerte-trenino-verde

Umbria e Abruzzo: grandi e piccoli laghi

Tornando sulla Penisola, una delle linee ferroviarie più interessanti è quella che costeggia il Lago Trasimeno: la Terontola-Foligno, diramazione della
Laghi linea Roma-Firenze. Arrivati a Terontola (Ar), dopo poco possiamo raggiungere facilmente il lago dalle stazioni di Tuoro e Passignano (Pg), ove è possibile noleggiare barche e canoe o imbarcarsi per l’Isola Maggiore, l’unica stabilmente abitata, oppure l’Isola Polvese, partendo da Torricella. L’abbinamento bici-treno in questo caso è perfetto, perché le stazioni sono collegate da una pista ciclabile che circonda l’intero lago.
Risalendo sul treno verso Foligno avventuriamoci fino a Terni e da lì, dopo un pittoresco viaggio su un piccolo convoglio delle Ferrovie Centrali Umbre, scendiamo alla stazione di Marmore, presso le famose cascate, nei paraggi del Lago di Piediluco (Tr), sede del Centro nazionale remiero della Federazione italiana canottaggio.
Spostandoci in Abruzzo, sulla linea ferroviaria che porta da L’Aquila a Sulmona, potremmo invece scendere Campana (Aq) nel Parco Regionale Sirente Velino. Siamo nell’affascinante media valle dell’Aterno e in quaranta minuti di comoda passeggiata raggiungiamo un piccolo gioiello: il Lago Sinizzo, uno specchio d’acqua circondato da boschi di querce e alimentato da due condotte di sorgenti d’acqua che dissetano i frequentatori estivi. Imperdibile una nuotata!

Per approfondire:
www.nelleterredeltrasimeno.com
www.parcointreno.it

I POST DI MAURIZIO BACCI NEL BLOG WWF NATURE

Viaggiare lento nell’Appennino veloce – 1
Viaggiare lento nell’Appennino veloce – 2
Viaggiare lento nell’Appennino veloce – 3
Viaggiare nella Natura – Laghi che passione/1
Viaggiare nella Natura-Laghi che passione/2!
Viaggiare nella Natura-Laghi che passione/3
In Treno sulla Lava: in viaggio con la Ferrovia Circumetnea – 1a Puntata
In Treno sulla Lava: in viaggio con la Ferrovia Circumetnea – 2a Puntata
Turismo lento: il Parco dal finestrino
Ecoturismo a scartamento ridotto
Sulla neve senz’auto – Parte I
Sulla neve senz’auto – Parte 2
Ecoturismo in canoa-1
Ecoturismo in canoa-2

Scritto da Maurizio Bacci

Maurizio Bacci (1960), primo laureato in Italia in Ingegneria Ambientale (1986). Esperto in riqualificazione fluviale, VIA, ingegneria naturalistica, turismo e mobilità sostenibili, efficienza energetica, modelli di vita a basso effetto ambientale, fotografia naturalistica, escursionismo. Ha lavorato per UE, ministeri, regioni, enti territoriali, università, editori, società, ONG. E' amministratore e direttore tecnico della società IRIS (irisambiente.it). Collabora col WWF Italia dal 1979 e attualmente è consigliere nazionale. E' ideatore dei network turismointreno.it e h2oltre.com (educazione ambientale percettiva e creatività multiartistica).

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description