Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

Vacanze WWF
 

Ecoviaggi: in treno lungo le coste italiane/ Liguria

5Terre8

Molte località costiere italiane oggi si possono raggiungere comodamente in treno, spesso attraverso percorsi mozzafiato. Dai borghi delle Cinque Terre alle acque cristalline del Gargano, la rete ferroviaria italiana offre tantissime possibilità per spostarsi in modo più ecologico. Ecco un ecoviaggio in Liguria!

5Terre2Liguria, il fascino intramontabile delle Cinque Terre
Tra i gioielli della sponda tirrenica è d’obbligo nominare le Cinque Terre, cinque coloratissimi borghi arroccati sulla roccia conosciuti in tutto il mondo per la loro unicità (infatti sono stati inseriti dsall’UNESCO fra i patrimoni dell’umanità). La posizione particolare, che rende arduo l’accesso in auto, e la carenza di parcheggi, fanno del treno il mezzo ideale per visitare questi paesini. Il modo migliore per muoversi è quello di lasciare la macchina a La Spezia e da lì prendere il treno dalla stazione centrale, dove è possibile acquistare biglietti giornalieri che permettono di scendere e risalire in qualunque stazione delle Cinque Terre.

Una volta arrivati a destinazione potete scegliere di dedicarvi alla visita dei borghi, andare al mare o praticare attività sportive, come trekking, canoa o escursioni in mountain bike. Se vi piace camminare, questi luoghi offrono diversi itinerari con splendide viste panoramiche, anche se a causa delle alluvioni degli ultimi anni alcuni sentieri sono stati chiusi al pubblico. Il percorso più battuto dai turisti è il Sentiero Azzurro, un itinerario di 12 chilometri che collega fra loro tutti i borghi delle Cinque Terre.

5Terre11Oggi il tratto tra Riomaggiore e Corniglia, che comprende la famosa Via dell’Amore, non è accessibile (la riapertura è prevista per la primavera del 2016), ma è possibile camminare nel tratto tra Corniglia e Monterosso, dove il sentiero è leggermente più elevato e regala viste notevoli sul mare sottostante. Molto bello anche il percorso del Sentiero Alto, un tragitto di 35 chilometri che collega Porto Venere con Levanto attraversando tutto il Parco delle Cinque Terre.
Una volta terminata la vostra visita, avete ancora tempo a disposizione, potete raggiungere in battello il paesino di Porto Venere, molto simile nell’aspetto alle Cinque Terre ma situato in posizione più pianeggiante. Qui potrete vedere la bellissima chiesa di San Pietro, in stile gotico genovese, situata a picco sul mare, e il Castello Doria, una fortezza militare costruita nel Medioevo dalla Repubblica di Genova, oppure, con pochi minuti di barca, raggiungere l’isola di Palmaria. Tra le attrattive naturali va menzionata inoltre la Grotta di Byron, una grotta marina famosa per aver ispirato il poeta inglese durante i suoi soggiorni in Italia.

SCHEDA DI VIAGGIO

Punti di interesse naturale e paesaggistico
– sentieri che collegano le Cinque Terre, in particolare il Sentiero Azzurro e il Sentiero Alto
– grotta di Byron a Porto Venere

 Punti di interesse storico:
– centri storici dell Cinque Terre
– castello Doria a Porto Venere
– chiesa di San Pietro a Porto Venere

Attività sportive praticabili:
– trekking
– escursioni in mountain bike

Spiagge:
– tutte le Cinque Terre hanno accesso al mare, ma la spiaggia più ampia si trova a Monterosso
– Porto Venere

 Informazioni generali:
www.parconazionale5terre.it

I POST DI MAURIZIO BACCI NEL BLOG WWF NATURE

Viaggiare lento nell’Appennino veloce – 1
Viaggiare lento nell’Appennino veloce – 2
Viaggiare lento nell’Appennino veloce – 3
Viaggiare nella Natura – Laghi che passione/1
Viaggiare nella Natura-Laghi che passione/2!
Viaggiare nella Natura-Laghi che passione/3
In Treno sulla Lava: in viaggio con la Ferrovia Circumetnea – 1a Puntata
In Treno sulla Lava: in viaggio con la Ferrovia Circumetnea – 2a Puntata
Turismo lento: il Parco dal finestrino
Ecoturismo a scartamento ridotto
Sulla neve senz’auto – Parte I
Sulla neve senz’auto – Parte 2
Ecoturismo in canoa-1
Ecoturismo in canoa-2

 

 

Scritto da Maurizio Bacci

Maurizio Bacci (1960), primo laureato in Italia in Ingegneria Ambientale (1986). Esperto in riqualificazione fluviale, VIA, ingegneria naturalistica, turismo e mobilità sostenibili, efficienza energetica, modelli di vita a basso effetto ambientale, fotografia naturalistica, escursionismo. Ha lavorato per UE, ministeri, regioni, enti territoriali, università, editori, società, ONG. E' amministratore e direttore tecnico della società IRIS (irisambiente.it). Collabora col WWF Italia dal 1979 e attualmente è consigliere nazionale. E' ideatore dei network turismointreno.it e h2oltre.com (educazione ambientale percettiva e creatività multiartistica).

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description