Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

Vacanze WWF
 

Costa Rica: pagaiando tra i canali del Tortuguero/2

Costa Rica - Parco Tortuguero

Ecco la seconda puntata del  nuovo viaggio natura di Sarah – reporter di WWF NaTuRe, che ha viaggiato in Costa Rica,  uno dei posti del Pianeta più ricchi di biodiversità. E’ andata nel mitico  Parco nazionale del Tortuguero, immerso per buona parte nella foresta tropicale, ma che si affaccia sul mar dei Caraibi con chilometri di spiagge incontaminate,  dove vanno a riprodursi ben 4 specie di tartarughe marine.  Buona lettura!

Il Parco del Tortuguero, sulla costa caraibica del  Costa Rica,  è talmente magico e avvolgente che in breve ti senti parte di questo capolavoro naturale; come quando esordisce improvviso un temporale tropicale e tutto rimane sospeso, immobile…

E’ magnifico restare fermi ad ascoltare queste grosse gocce che percuotono le foglie e la superficie dell’acqua come un suono di tamburi in armonia con la natura tutt’intorno, mentre noi, come ascoltatori in una platea ci lasciamo attraversare dalla vibrazione che promana da questo spettacolo, quasi fosse un mantra profondo.

Blue heronEd è così che, dopo il forte acquazzone, il sole torna a far breccia tra le scure nubi e sui lembi di terra più esposti non è inusuale vedere i freddolosi coccodrilli che con fauci spalancate cercano di assorbire più calore possibile per poi, nella notte, sondare le acque del fiume alla ricerca di prede.

O ancora osservare i tanti uccelli del parco (come i black heron) che, appoggiati su di un masso o su un tronco riverso, asciugano il piumaggio dispiegando le loro meravigliose ali come fossero lenzuola stese al sole; o ancora le iguana che immobili sui rami cercano di scaldarsi in tutta sicurezza facendo ricorso al loro elaborato mimetismo.

Tenendo lo sguardo alzato e scrutando tra gli alberi, scoviamo la schiena argentea di alcuni Bradipi, animali simbolo del Costa Rica. Sono timidi, schivi ed incredibilmente lenti, agganciati con le loro enormi unghie mentre con il capo girato a guardarti, sembra quasi sorridere.

Dopo l’escursione sul fiume ci inoltriamo a piedi nella fitta giungla, esplorando un tratto di foresta tra il fiume e l’oceano. E’ incredibile come i suoni mutino con l’allontanarsi dal fiume, passando per la profondità della foresta fino ad arrivare sulla spiaggia dove è il rotolare delle onde a fare da colonna sonora a questa magia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAAnche questo percorso è stato ricco di sorprese, infatti ci siamo imbattuti in moltissimi animali, soprattutto serpenti che senza l’occhio esperto di chi vive in questo luogo non avremmo mai visto pur passandoci accanto. Arrotolata su una pianta quello che all’inizio sembra un fiore giallo scopriamo essere in realtà una vipera chiamata Oropel. Questo tipo di serpente non raggiunge grandi dimensioni ma la sua potenza non sta tanto nella stretta quanto nella perniciosità del suo veleno, ed il suo colore giallo brillante né è un chiaro segnale.

La giungla è fitta, densa e popolata e regala attimi indimenticabili che vanno dalla contemplazione delle cime altissime degli alberi al suono emesso dal vicino oceano ed è facile che il tempo passi senza accorgersi che è quasi ora di tornare.
BarcheCala una nuova sera sul Tortuguero. Così seduti davanti al fiume mentre il sole scende furtivo tra gli alberi, tra il chiacchiericcio dei viandanti ed i suoni degli uccelli che scandiscono la fine di un altro giorno in questo angolo di mondo ancora largamente dominato dai cicli della natura, ci regaliamo un po’ di relax sorseggiando un cocktail.

Tortuguero Cosa Fare:

Il parco è l’ideale per l’osservazione della flora e della fauna locale ed è una delle principali attrazioni per l’osservazione delle tartarughe verdi di mare soprattutto durante il periodo in cui depongono le uova che va da luglio a fine agosto; Turtuguero infatti significa “Luogo delle tartarughe”.

Oltre all’osservazione degli animali è possibile fare escursioni sia in barca che in canoa che e a piedi accompagnati da esperti biologi che hanno scelto in generale il Costa Rica e nello specifico questo posto come luogo ideale per i loro studi.

Per Approfondire:

Viaggio WWF NaTuRe:  Costa Rica: in viaggio nella sua straripante natura!
Blog: Natura in Costa Rica: 5 Parchi da non perdere assolutamente!

I precedenti articoli di Sarah:
Costa Rica: pagaiando tra i canali del Tortuguero/1
Thailandia: nella natura del Parco nazionale Khao Sok 1a parte
Thailandia, nel Parco Khao Sok: il lago Cheow Larn – 2a parte
Alla ricerca del delfino dell’Irrawaddy- Viaggio nel Laos 1a parte
Cercando il Gibbone dalle Guance rosa – Viaggio nel Laos 2a parte
Orango: un viaggio nel cuore del Borneo per scoprire questo animale!
Viaggio in Malaysia – Tioman: l’isola drago

Scritto da WWF Nature

WWF Nature è il programma di turismo responsabile naturalistico di WWF Ricerche e Progetti, che gestisce la carta di qualità del WWF Italia sul turismo responsabile e ne monitora l'applicazione, da parte dei Tour Operator e fornitori locali di servizi turistici ed educativi che realizzano le attività presentate su questo portale.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description