Tel: 06/85376501 info@wwftravel.it

 

Cilento tra mare e terra

Un mix di mare e montagna vi accompagnerà in questa splendida vacanza.

Patria della Dieta Mediterranea, che nasce a Pollica, il CILENTO è fra i luoghi che più esprimono la tradizione, la genuinità e la longevità dei suoi abitanti, attraverso i prodotti tipici e la sua gastronomia, pura espressione di un’agricoltura ancora incontaminata.

Un miscuglio di colori, sapori e tradizioni che legano il mare ai monti, hanno reso il Parco nazionale del Cilento – Vallo di Diano Patrimonio Mondiale dell’Umanità (UNESCO 1991).

 Lungo la costa si susseguono le due aree marine protette: Area Marina Protetta di Santa Maria di Castellabate e Area Marina Protetta di Costa degli Infreschi e della Masseta. Nella cornice di spiagge di sabbia finissima e scogliere intervallate da baie incantevoli, i fondali offrono intere praterie sommerse di posidonia. Per la limpidezza delle acque, fra le molteplici specie marine, sono frequenti gli avvistamenti di delfini, capodogli e tartarughe Caretta caretta.

 Sullo sfondo, ben sei vette che superano i 1.700 metri sovrastate dalla cima più alta della Campania, il monte Cervati, dove trovano rifugio molteplici specie animali fra i quali il lupo ela lontra, il falco pellegrino e l’aquila reale.

 

 

Ambiente e Territorio

L’Oasi WWF  Morigerati – Grotte del Bussento si trova all’interno del Parco Nazionale del Cilento – Vallo di Diano.  L’Oasi è dotata di un percorso natura ed area attrezzata per la visita alle grotte. L’Oasi è prima di tutto salvaguardia di un territorio, tutela della biodiversità, mantenimento di paesaggi e valori naturali, ma non solo. L’esistenza di un’Oasi ha permesso e permette la tutela di un tassello di territorio che sarebbe andato perduto o avrebbe subito azioni di degrado anche irreversibili.

Il paese di Morigerati è un tradizionale borgo medievale arroccato su uno sperone roccioso e conserva ancora oggi l’architettura e l’urbanistica antiche, tanto che il turista che lo visita sente ancora la suggestione dei tempi lontani quando tutti gli elementi erano in armonia tra di loro. Da non perdere il  Museo Etnografico di Morigerati, un’istituzione culturale del territorio che raccoglie oggetti e documenti delle culture tradizionali del territorio bussentino.

Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano secondo parco in Italia per dimensioni, si estende dalla costa tirrenica fino ai piedi dell’appennino campano-lucano, comprendendo le cime degli Alburni, del Cervati e del Gelbison, nonché i contrafforti costieri del M. Bulgheria e del M. Stella. Alle straordinarie emergenze naturalistiche, dovute alla notevole eterogeneità del territorio, si affiancano il carattere mitico e misterioso di una terra ricca di storia e cultura: il richiamo della ninfa Leucosia, alle spiagge dove Palinuro lasciò Enea, dai resti delle colonie greche di Elea e Paestum, alla splendida Certosa di Padula. E quanto altro potrete trovare in una terra ancora tutta da scoprire.

 

PROGRAMMA

PRIMO GIORNO sabato 
Arrivo e sistemazione ad AGROPOLI. Cena.

 cilentoSECONDO GIORNO domenica

Colazione. AGROPOLI porta del Cilento – Visita della città. Introduzione storica e paesaggistica del CILENTO e della DIETA MEDITERRANEA. Visita di un’azienda vinicola locale per visionarne la vigna e le cantine. Pranzo contadino e degustazione del vino locale AGLIANICO D.O.P. CILENTO accompagnato da prodotti tipici, il tutto condito con l’OLIO CILENTO D.O.P. (la raccolta delle olive ed il frantoio). Rientro ad Agropoli. Cena.

TERZO GIORNO lunedì

Colazione. VELIA – Visita guidata alla scoperta delle antichità di Velia, importante centro culturale e di difesa della Magna Grecia, risalente al 541-535 a.C. Arrivati sull’acropoli si prosegue verso il percorso che corre lungo le mura della città antica dove sorgevano numerose aree sacre, il cosiddetto CRINALE DEGLI DEI, percorso trekking di 6 Km, durata di 4/5 ore, difficoltà: media, dislivello 125 s.l.m. (percorso ridotto in caso di necessità). Pranzo a sacco. Ristoro balneare lungo la costa. Rientro ad Agropoli. Cena.

QUARTO GIORNO martedì

Colazione. MONTE STELLA – osservazione di visibili successioni geologiche turbolenti e sosta alla “preta ru mulacchio” (un megalite utilizzato per i riti di fertilità già dal 2000 a.C.). Visita ad un alveare: le api, il miele e le sue caratteristiche, laboratorio e degustazione. Ristoro balneare lungo la costa. Rientro ad Agropoli. Cena.

mulino QUINTO GIORNO mercoledì

Colazione. MORIGERATI OASI WWF – Si parte dal centro storico di Morigerati: percorreremo un sentiero che costeggia un ruscello con sorgenti, cascate, un antico mulino fino ad arrivare alla grotta dove si assiste alla RISORGIVA del fiume carsico Bussento. Vegetazione lussureggiante. Interessante e ricca fauna. Possibili avvistamenti della LONTRA.

CASALETTO SPARTANO – passeggiata fino alle cascate CAPELLI DI VENERE.

Laboratorio: approccio all’ampia biodiversità dei prodotti cilentani; la lavorazione dei GRANI ANTICHI, dalla raccolta al prodotto PASTA, ai piatti tipici; il FICO BIANCO del CILENTO D.O.P. Cena e soggiorno nel paese di Morigerati.

Etna_volpe_Dennis_Jarvis_CC_ SESTO GIORNO giovedì

Colazione. MONTE CERVATI (1898 m) – sul monte più alto della Campania alla ricerca di VOLPI, TASSI, LEPRI e LUPI. Percorso storico fino al Santuario della Madonna della Neve, alla NEVERA (piccola e profonda cavità sul cui fondo si conserva la neve perenne), a VALLIVONA (una voragine calcarea molto suggestiva con cascata), a SASSANO dove oltre alla valle delle ORCHIDEE (184 varietà di orchidee) sono presenti diverse specie di RAPACI e, soprattutto a Giugno, è possibile ammirare la nidificazione delle AQUILE. Rientro ad Agropoli. Cena.

img02 SETTIMO GIORNO venerdì

Colazione. IL PARCO MARINO PROTETTO – in barca a vela con pranzo a sacco. Attraversando la BAIA di TRENTOVA si percorre la MARINA PROTETTA di SANTA MARIA di CASTELLABATE fino ad raggiungere PUNTA LICOSA. 7.094 ettari di riserva tra la Punta di Ogliastro e la baia del Sauco, ricchi di posidonia. Possibili avvistamenti di DELFINI e CAPODOGLI. Immancabile un tuffo con maschera e pinne. Rientro ad Agropoli. Cena.

OTTAVO GIORNO sabato

Colazione. Fine dei servizi.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description