Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

 

Danubio: due ruote in Amazzonia… d’Europa! Speciale partenza gruppo WWF 9 agosto

.

Crediamo ci siano degli ottimi motivi per conoscere da vicino il Danubio, il fiume dai tanti record. E’ il più lungo dell’Unione Europea (2780 km) e, dopo il Volga, è il secondo in Europa. Il suo bacino (di 80.463 kmq quasi tre volte l’Italia) è il più “multinazionale” al mondo: ben 19 paesi vengono bagnati da questo corso d’acqua e dai suoi affluenti. Da solo, invece, attraversa 47 città di cui 4 capitali europee (Vienna, Bratislava, Budapest e Belgrado). Circa 60 dei suoi 300 affluenti sono navigabili. Nelle sue acque nuotano 103 specie di pesci (la metà di quelle che si trovano in Europa), di cui 7 si trovano solo qui e da nessuna altra parte del Pianeta. Qualche mese fa è stato siglato, anche grazie al contributo del WWF, uno storico accordo tra Austria, Croazia, Ungheria, Serbia e Slovenia per l’istituzione di quella che è stata definita l’ Amazzonia d’ Europa, un enorme parco di 800.000 ettari, la più grande area protetta fluviale d’ Europa, a cavallo fra i 5 Paesi. E’ però, per il WWF, uno dei dieci fiumi più a rischio al mondo: l’80% dei suoi ambienti naturali è stato distrutto.

Se non siete ancora convinti, vi diciamo che la Linz-Vienna, l’itinerario che vi proponiamo, si trova lungo una delle piste ciclabili più belle e famose al mondo, percorsa ogni anno da circa 300.000 amanti delle due ruote, attratti dai suoi spettacolari paesaggi, dai suoi paesi e dalla tranquillità della natura che vi circonderà (per i bimbi, ci sono dei parchi giochi magnifici, da cui sarà difficile staccarli…!) State preparando i bagagli?

Il WWF consiglia questo viaggio perché:

Fiumi, laghi e zone umide rappresentano degli ambienti di vitale importanza per la vita del Pianeta, compresa la nostra su cui maggiormente si concentrano le attività di conservazione del WWF a livello internazionale e a livello nazionale .

Il bacino del Danubio ricade all’interno del Greater Black Sea Basin uno dei 35 “Priority Places” del Pianeta, di importanza fondamentale per il WWF per la sopravvivenza nostra e della biodiversità della Terra.

Il WWF è impegnato da anni nella attuazione del Programma “Danubio-Carpazi”, al cui interno ricadono iniziative e progetti per tutelare la Drava e il suo bacino e per individuare soluzione per la coesistenza dell’uomo e della Biodiversità.

Il Danubio, per il WWF è uno dei 10 fiumi maggiormente minacciati del Pianeta. E’ stato distrutto, nel corso degli anni, l’80% dei suoi ambienti naturali.

L’itinerario si svolge in una località di pregio dal punto di vista naturalistico-ambientale e storico-etnografico e favorisce un interessante approccio al territorio nella sua complessità.

Si svolge in bicicletta, uno dei mezzi più ecologici per scoprire il territorio.

La bicicletta è lo strumento ottimale per un turismo lento che, a differenza di un turismo “mordi e fuggi”, consente di conoscere bene il territorio che si attraversa, le sue tradizioni e favorisce inoltre le opportunità di incontro con i suoi abitanti.

Potete fare una vacanza a impatto 0 (o quasi) raggiungendo in treno la destinazione (basta telefonare per informazioni e prenotazioni le Ferrovie Tedesche, Svizzere e Austriache. Call center: 02/67479578; www.bahn.com ; info@dbitalia.it “> info@dbitalia.it )

Per come è strutturato e organizzato, l’itinerario consente di assaporare la cucina locale, a cui sono strettamente legati i suoi prodotti, per una alimentazione sana e a Km 0!

Le strutture ricettive in cui sarete ospitati, sono estremamente funzionali al percorso che realizzerete. Appartengono e vengono gestite, nella quasi totalità dei casi, da chi abita sul territorio e impiegano mano d’opera locale. La vostra vacanza ha così una ricaduta diretta sull’economia locale.

Sarete voi stessi i protagonisti della vacanza. Con le scelte di acquisto che farete, per i pasti e le vostre varie necessità, beneficerete positivamente e direttamente l’economica locale.

Partecipando a questa vacanza, farete crescere il numero di persone che scelgono una vacanza “ecologica”, sensibilizzando così le amministrazioni pubbliche a investire maggiormente in percorsi e piste ciclabili e in attività e iniziative di turismo responsabile.

Grazie al materiale che vi verrà fornito per questa vacanza e ai consigli che vi daremo, potrete viaggiare al meglio, conoscere in modo più approfondito il territorio e minimizzare la vostra impronta! Il turismo, secondo i principi del WWF, deve essere informativo e educativo!

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description