Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

 

In Giordania, Petra e il Wadi Rum: trekking originale fra deserto, riserve e canyon

La sabbia ed il vento del Wadi Rum sulle mani. Galleggiare a pelo d’acqua sul sale del Mar Morto, quattrocento metri sotto il livello del mare. I colori delle migliaia di tessere che compongono la mappa della Terra Santa di Madaba. I piaceri del Califfo negli affreschi del Qusayr ʿAmra. Le voci del passato dentro i muri di Jerash. I colori della Tomba della Seta a Petra.

Terra di grandi civiltà e di lunghi racconti, la Giordania è disseminata di tracce dei popoli che l’hanno abitata: dai pittogrammi dei primi nomadi del Wadi Rum alle grandiose architetture nabatee di Petra, passando per le città bibliche di Sodoma e Gomorra. Ma il cuore del paese è di sabbia.

Lasciata la sua bianca capitale, tutta la vita della Giordania sembra nascere dal deserto. Ed è qui che comincerà il nostro viaggio, dalle vestigia dell’Impero Romano, a Jerash, e dalle fortificazioni musulmane, con il castello di Ajlun Nel Nord ci attarderemo al cospetto dei castelli Omayyadi, dal Qaṣr al-Kharāna, caravanserraglio e crocevia che emerge dal deserto basaltico insieme al Qasr al-Azraq, roccaforte romana di Lawrence d’Arabia, al Qusayr ‘Amra, scandaloso “centro termale”di Walid I, Patrimonio Mondiale UNESCO.

Da qui muoveremo verso Madaba, capitale dei mosaici e melting pot di religioni, ed il Monte Nebo, luogo -carico di misticismo- dove morì Mosè dopo aver visto la Terra Promessa. Le rive bianche di sale del Mar Morto ci appariranno già lungo la Strada dei Re, anticipazione di una giornata sulle rive del lago salato, fra bagni memorabili e fanghi. Ed all’esplorazione dei cunicoli del maestoso castello crociato di Al-Kerak seguirà lei, Petra, l’inespugnabile metropoli nabatea, nascosta al mondo fino ai primi anni del Novecento, che dorme affondata nelle sabbie colorate.

Sperimenteremo l’accoglienza dei beduini nel Wadi Rum, deserto dalle sabbie cangianti, puntellato di archi d’arenaria e poi ad Aqaba scopriremo le meraviglie della barriera corallina e la vita pulsante del suq. La Giordania è tutto questo e molto di più, e non delude mai il viaggiatore, anche il più esigente, mostrando tutta la sua autenticità ed ospitalità nella frase che vi sentirete ripetere ovunque in modo sincero ed orgoglioso: “Welcome to Jordan!”..


PER APPROFONDIRE
Giordania: in Viaggio nella Natura del Wadi Rum!

WWF consiglia questo viaggio perchè:

  • Si svolge nella Riserva Naturale di Wadi Mujib, Parco Naturale della Biosfera di Dana, Riserva della Biosfera UNESCO e a Petra, sito “Patrimonio dell’Umanità” UNESCO, località di pregio dal punto di vista naturalistico-ambientale e storico-etnografico, e favorisce quindi un interessante approccio al territorio nella sua complessità.
  • Si svolge a piedi. Le nostre gambe sono uno dei mezzi più ecologici per scoprire il territorio…!
  • E’ presente per tutto il viaggio un mediatore culturale che ci farà conoscere il territorio in tutti i suoi aspetti, favorendo il contatto con le comunità locali.
  • Per come è strutturato e organizzato, l’itinerario consente di assaporare la cucina locale, a cui sono strettamente legati i suoi prodotti, per una alimentazione sana e a Km 0!
  • Le strutture ricettive in cui sarete ospitati, sono estremamente funzionali al percorso che realizzerete. Appartengono e vengono gestite, da chi abita sul territorio e impiegano mano d’opera locale. La vostra vacanza ha così una ricaduta diretta sull’economia locale.
  • Gli spostamenti in questa vacanza avverranno utilizzando mezzi di trasporto collettivo, riducendo quindi impatti e inquinamenti provocati dagli spostamenti effettuati con l’automezzo di proprietà di una singola persona.
  • Sarete voi stessi i protagonisti della vacanza. Con le scelte di acquisto che farete, per i pasti e le vostre varie necessità, beneficerete positivamente e direttamente l’economica locale.
  • Partecipando a questa vacanza, farete crescere il numero di persone che scelgono una vacanza “ecologica”, sensibilizzando così le amministrazioni pubbliche a investire maggiormente in attività e iniziative di turismo responsabile.
  • Grazie al materiale che vi verrà fornito per questa vacanza e ai consigli che vi daremo, potrete viaggiare al meglio, conoscere in modo più approfondito il territorio e minimizzare la vostra impronta! Il turismo, secondo i principi del WWF, deve essere informativo e educativo!
  • Perché l’iscrizione al WWF, compresa nella quota del viaggio, consente alla associazione, tramite il suo network internazionale, di proseguire nei progetti per la tutela della biodiversità nel mondo.

Quando

 Dal 29 dicembre 2017 al 6 gennaio 2016 (9 giorni /8 notti)

Come

Viaggio di gruppo con accompagnatore (min. 6 max. 14 partecipanti)

Cosa facciamo

Escursioni a piedi di grado di difficoltà medio – facile, visite a città, monumenti e luoghi storici; passeggiate nel deserto.

Dove dormiamo

Alberghi nelle città, chalet sul Mar Morto, campo tendato nel deserto del Wadi Rum

….ecco un paio di luoghi dove dormiremo davvero…speciali!!!

PastiDream Camp (Wadi Rum)  e Mujib Chalet (Mar Morto)  

1 2                                             

Pasti inclusi

Colazione e cena in hotel; pranzi non inclusi (la guida porterà il gruppo in posti locali tipici, preventivare fra gli 60,00€ e i 80,00€ per i pranzi per tutto il tour)

Come si raggiunge    

Volo diretto A/R da Roma FCO per Amman con Royal Jordanian (incluso); volo interno Aqaba-Amman (incluso)***. Possibili collegamenti da tutte le città italiane.

 OPERATIVO DEI VOLI

 ANDATA – venerdì 29 dicembre 2017

VOLO RJ102 14:25 Roma Fiumicino – 18:50 Amman

RITORNO – sabato 6 gennaio 2017

VOLO RJ301 08:25 Aqaba – 09:15 Amman

VOLO RJ101 11:20 Amman – 14:20 Roma Fiumicino

*** Tasse aeroportuali escluse, pari a circa 265,00€

 

Trasporti locali

In pulmino con aria condizionata con autista per tutta la durata del viaggio

Cosa portare

Abbigliamento adatto ad un trekking escursionistico leggero, pile e giacca a vento, sciarpa o foulard per ripararsi dalla sabbia, scarponcini da trekking, zaino, scarpe comode per i trekking urbani, borraccia, occhiali da sole, cappello, costume da bagno per il bagno turco (hamman), il bagno nel Mar Morto e nel Mar Rosso ad Aqaba, crema solare, torcia per la notte nel deserto.

Documenti

Passaporto, con validità residua di almeno 6 mesi dalla fine del viaggio. Visto da apporre all’arrivo in Giordania (incluso).

Maggiori info su www.viaggiaresicuri.it

Note

Nella notte nel deserto il campo tendato fornisce tutta l’attrezzatura necessaria, quindi non è necessario portare il sacco a pelo.

PROGRAMMA INDICATIVO

1° giorno 29/12/2017         ITALIA/AMMAN – Benvenuti in Giordania!

Arrivo all’aeroporto internazionale di Amman e disbrigo delle formalità per l’ottenimento del visto. Trasferimento in hotel ad Amman.

Cena e pernottamento in hotel ad Amman.

2° giorno 30/12/2017    CASTELLI DEL DESERTO/MADABA/MONTE NEBO/MAR MORTO – Sulle orme di Lawrence d’Arabia

Lasciata Amman, dedicheremo la mattinata ai Castelli del Deserto ad est della Capitale. Dentro il Qasr-al-Kharana, dalla imponente pianta quadrata, attraverseremo innumerevoli stanze. Sulle volte del Qusayr‘Amra, Patrimonio Mondiale dell’Unesco, scopriremo le fantasie proibite del califfo e presso il famoso Qasr al-Azraq potremo respirare l’atmosfera della rivolta araba di Lawrence d’Arabia e dei suoi beduini.

Nel pomeriggio visita di Madaba, con il suo melting pot di religioni e il piccolo, caratteristico suq, prima di partire per il Monte Nebo. Luogo di culto sin dall’antichità, ci colpirà per l’atmosfera di misticismo che si respira e per il panorama su tutta la “Terra promessa”. Da qui prenderemo la Strada dei Re, che ci condurrà circa 400m sotto il livello del mare, sulle rive del Mar Morto.

Cena sugli chalet affacciati sul mar Morto e pernottamento

3° giorno 31/12/2017  MAR MORTO/ Trekking dello stambecco nubiano (Ibex Trail) e canyoning nelle gole del Wadi Mujib (Siq Trail)

Preparato il nostro zaino, partiremo per l’escursione all’interno della riserva del Wadi Mujib (Ibex Trail, 4 ore circa, difficoltà medio-facile), dove andremo alla ricerca dello stambecco circondati dalle spettacolari pareti del canyon.

Nel pomeriggio, condizioni atmosferiche permettendo, partiremo per il Siq Trail, trekking bagnato che percorre la prima parte del Wadi Mujib (3 ore circa, difficoltà media).  Risaliremo l’interno del fiume che scorre nel canyon fra pareti di roccia, rapide e cascate, per un momento di entusiasmante avventura!

Terminata l’escursione, avremo modo di rinfrescarci sperimentando i fanghi e la salinità del Mar Morto con un bagno sensazionale, nell’unico mare dove davvero non si può affondare!

Fra relax e scenari spettacolari ci prepareremo per un’originale notte di fine anno, con cena e pernottamento sul Mar Morto.

4° giorno 01/01/2018  KERAK/SHOBAK/PETRA – In fuga da Shobak!

Dopo una “comoda” sveglia partiremo alla volta del castello di Al-Karak. Qui, l’alternarsi del dominio arabo di Saladino a quello crociato ha generato interessanti sincretismi architettonici, che scopriremo insieme durante l’esplorazione di sale e cunicoli.

Il nostro viaggio proseguirà verso il selvaggio castello di Shobak, dove fra panorami mozzafiato e visite alle prigioni faremo una delle esperienze più emozionanti del tour quando simuleremo una fuga dal castello!

Proseguimento poi per Petra, che raggiungeremo nel pomeriggio. In hotel avremo tempo per rilassarci nell’hammam e per una eventuale visita di Petra by night.

Cena in hotel a Petra e pernottamento.

5° giorno 02/01/2018         TREKKING DA PICCOLA PETRA A PETRA – Da viaggiatori a antichi carovanieri

Tutta la giornata sarà dedicata alla visita di Petra, inespugnabile capitale nabatea, che raggiungeremo attraverso l’antico percorso dei carovanieri e non dall’entrata classica (dalla quale entreremo però il giorno successivo). Chiamata anche “Città Rosa” per il colore dell’arenaria in cui è scolpita, e nascosta al mondo per secoli, la città, che pur si estende per diversi chilometri, è solo una piccola parte di quanto i nabatei costruirono intorno al Wadi Musa. Avremo modo di passeggiare lungo la via delle facciate, di incantarci davanti al Khazneh ed alle Tombe Reali, in una giornata densa di sorprese architettoniche e naturalistiche.

La raggiungeremo in modo “originale”, come facevamo gli antichi mercanti nabatei: con un trekking da piccola Petra (Al-Beida) a Petra, arrivando al “Monastero” per poi percorrere tutta la città rosa (trekking medio-facile di circa 3 ore fino a Petra; poi visita di Petra). Al rientro in hotel ci godremo il meritato riposo e, per chi lo vorrà, un percorso benessere in un hammam tradizionale, con scrub e massaggi.

Cena in hotel a Petra e pernottamento.

6° giorno 03/01/2018     PETRA – SIQ E LUOGHI ALTI DEI SACRIFICI – Trekking inediti nella Petra meno conosciuta

In mattinata, entreremo di nuovo a Petra ma stavolta percorrendone lo spettacolare Siq, la gola di 1,2km che termina davanti al “tesoro”, il suo monumento più famoso e conosciuto. Mentre percorreremo la gola ci verranno in mente certamente le scene famose del film “Indiana Jones e l’Ultima Crociata”, dove venne ambientata la scena finale che fece “scoprire” mediaticamente le meraviglie di Petra al mondo.

Dedicheremo poi il resto della giornata alla visita delle parti meno conosciute di Petra ma per questo forse ancora più spettacolari. Andremo a vedere il Khazneh, il cosiddetto “Tesoro del Faraone”, dall’alto, per scattare foto indimenticabili, prima di recarci ai luoghi alti dei sacrifici e concludere il tutto andando verso la tomba incompiuta, per una sequenza di piccoli e rilassanti trekking fuori dal turismo di massa.

Cena in hotel a Petra e pernottamento.

7°giorno 04/01/2018  DESERTO DEL WADI RUM – Il the nel deserto fra dune, archi di roccia e antiche iscrizioni

Oggi lasceremo Petra per dirigerci verso il solitario e spettacolare deserto del Wadi Rum. Riserva naturale e area protetta, oltre che Patrimonio Mondiale UNESCO, l’esplorazione del deserto ci regalerà le emozioni di un paesaggio dalle sabbie cangianti col variare della luce e dalle morbide rocce di arenaria, che emergono dalla sabbia come antichissimi giganti.

La giornata trascorrerà fra molteplici attività, la maggior parte delle quali ci porterà a toccare con mano il deserto, la sua sabbia, le sue pietre…scalando piccoli archi di roccia (niente paura, è più facile di quanto sembri!), percorrendo canyon dalle altissime pareti, correndo sulle dune a piedi scalzi (per chi lo vorrà…) e apprendendo qualcosa in più sulla vita dei beduini del deserto.

Dopo il tramonto ci muoveremo verso il campo beduino con ci accoglierà per una notte sotto le stelle del deserto.

Cena tipica beduina cucinata sotto la sabbia e pernottamento in tende beduine dotate di letti.

8°giorno 05/01/2018         DESERTO DEL WADI RUM/AQABA – Una calda giornata di mare a…gennaio!

Dopo aver atteso, per chi lo vorrà, l’alba nel deserto, e consumata la nostra colazione sotto le tende beduine, lasceremo il Wadi Rum e partiremo per Aqaba.

Una delle poche città giordane affacciate sul Mar Rosso, Aqaba ci regalerà l’atmosfera della città di mare che non ci aspetteremmo. Qui circondati dal Mar Rosso dedicheremo la nostra giornata al relax e alle attività balneari, allo shopping nel vivace suq, ai bagni turchi e ai cibi tipici, per un’ultima immersione nella cultura giordana e soprattutto per un bagno a gennaio che non capita spesso di poter fare!

Cena e pernottamento in hotel ad Aqaba.

9° giorno 06/01/2018         AQABA/AMMAN/ITALIA – Arrivederci in Giordania!

Colazione al mattino presto e partenza per l’aeroporto di Aqaba, dove prenderemo il volo interno per Amman. Tempo per i saluti e volo per l’Italia.

 

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description