Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

 

India: alla ricerca della tigre!

Nell’immaginario di ogni viaggiatore l’India centro-settentrionale evoca regni Moghul e fortezze di Maharaja, ma Rajasthan e Madhya Pradesh oggi rappresentano anche delle importanti sfere di Wilderness. Sin dagli anni ’70, infatti, l’India ha investito sull’incremento delle aree protette sul proprio territorio: con il Wildlife Protection Act e il Project Tiger si sono buttate le basi per la protezione di un patrimonio naturalistico unico.
È su queste basi che abbiamo deciso di scoprire il fascino selvaggio di quattro grandi Parchi Nazionali: Ranthambore, Bandhavgarh, Kanha e Pench. Accompagnati da guide esperte seguiremo le tracce di tigri, leopardi e iene, antilopi azzurre, cuon, cinghiali, sambar, orsi labiati, cervi pomellati e il raro barasinga, cervide autoctono presente solo in India e Nepal, di cui attualmente si contano circa 500 esemplari nel Parco Nazionale di Kanah. Se poi saremo fortunati, all’interno del Bandhavgarh National Park avremo l’opportunità di avvistare uno dei circa 40 esemplari della rarissima tigre bianca. Il viaggio, costruito in collaborazione con WWF Italia, prevede anche un incontro con i responsabili del WWF India che si occupano dei progetti di preservazione e tutela della

PER APPROFONDIRE

SCOPRI 8 VIDEO PER VIAGGIARE NELLA NATURA DEL RAJASTAN

LEGGI VIAGGIO IN INDIA – TIGRE LE EMOZIONI DI UN INCONTRO IRRIPETIBILE!

SOUVENIR PERICOLOSI (ASIA)

 

Il WWF consiglia questo viaggio perché:

La tigre è una delle specie maggiormente a rischio di estinzione nel nostro Pianeta. Per questo è considerata dal WWF una specie prioritaria, su cui si concentrano le iniziative di conservazione .

• E’ dai primi anni ’70 che il WWF è impegnato in prima linea in India per salvare la tigre, attraverso il suo fondamentale supporto al “Progetto Tigre“. Nei primi anni ’90, ha lanciato il Programma di conservazione della tigre del WWF-India (TCP), che si svolge in sei aree dell’India e in due parchi nazionali, tra cui quello di Ranthambore.

• L’itinerario attraversa quattro importanti aree protette: i parchi nazionali Ranthambore, Bandhavgarh, Kanha e Pench, località di pregio dal punto di vista naturalistico-ambientale e storico-etnografico e favorisce un interessante approccio al territorio nella sua complessità.

• Nel Parco nazionale Ranthambore si incontrerà il WWF India per conoscere da vicino il programma di conservazione sulla tigre.

• Questo viaggio è certificato come viaggio di Turismo Responsabile, in quanto WWF NaTuRe è uno operatore (il primo in Italia) certificato da Travelife , struttura indipendente che certifica secondo i criteri del Global Sustainable Tourism Council , organismo creato dall’UNEP (il programma ambiente delle Nazioni Unite) e dall’UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo).

• Questo viaggio è coerente con i criteri della Carta di Qualità del Turismo Responsabile del WWF .

• Le strutture ricettive in cui sarete ospitati, sono estremamente funzionali al percorso che realizzerete. Appartengono e vengono gestite, da chi abita sul territorio e impiegano mano d’opera locale. La vostra vacanza ha così una ricaduta diretta sull’economia locale.

• Gli spostamenti in questa vacanza avverranno utilizzando mezzi di trasporto collettivo, riducendo quindi impatti e inquinamenti provocati dagli spostamenti effettuati con l’automezzo di proprietà di una singola persona.

• Sarete voi stessi i protagonisti della vacanza. Con le scelte di acquisto che farete, per i pasti e le vostre varie necessità, beneficerete positivamente e direttamente l’economica locale.

• Partecipando a questa vacanza, farete crescere il numero di persone che scelgono una vacanza “ecologica”, sensibilizzando così le amministrazioni pubbliche a investire maggiormente in attività e iniziative di turismo responsabile.

• E’ presente per tutto il viaggio un mediatore culturale che ci farà conoscere il territorio in tutti i suoi aspetti, favorendo il contatto con le comunità locali.

• Grazie al materiale che vi verrà fornito per questa vacanza e ai consigli che vi daremo, potrete viaggiare al meglio, conoscere in modo più approfondito il territorio e minimizzare la vostra impronta! Il turismo, secondo i principi del WWF, deve essere informativo e educativo!

• Perché l’iscrizione al WWF, compresa nella quota del viaggio, consente alla associazione, tramite il suo network internazionale, di proseguire nei progetti per la tutela della biodiversità del Pianeta!

Guida

Accompagnatore locale parlante italiano, ranger nei parchi e accompagnatore Four Seasons
dall’Italia dal 8° partecipante iscritto

Come

Viaggio di gruppo con guida locale parlante italiano (min. 4 max. 12 partecipanti) e
accompagnatore Four Seasons dall’8° partecipante;

Cosa facciamo
Escursioni a piedi di difficoltà bassa; safari nei parchi, visita ai templi, approfondimento sul
Progetto tigre; Dettagli sulla scala di difficoltà sono riportati cliccando QUI.

Dove dormiamo

Hotel nelle città, lodge nei parchi

Pasti inclusi

Pensione completa a Delhi; pensione completa nei resort nella giungla

Pasti NON inclusi

Il pranzo dell’ultimo giorno

Come si raggiunge

Volo A/R Air India per Nuova Delhi (incluso*). Volo interno Nagpur – Delhi (incluso*)

OPERATIVI DI VOLO

ANDATA
Mercoledì 1 novembre 2017
Air India – AI122
19:40 Roma Fiumicino – 07:15 (+1) New Delhi
VOLO INTERNO
Domenica 12 novembre 2017
Air India – AI470
08:20 Nagpur – 10:00 New Delhi
RITORNO
Domenica 12 novembre 2017
Air India – AI123
14:20 New Delhi – 18:05 Roma Fiumicino
Tasse aeroportuali di 335,00€ circa non incluse.
Trasporti locali Transfer privati e treni (inclusi)

Abbigliamento e Attrezzatura

Abbigliamento adatto sia al trekking che alle camminate in città, scarponi da trekking,
scarpe comode da passeggio, zaino, equipaggiamento anti-pioggia, borraccia, occhiali da
sole, cappello, costume da bagno, crema solare, binocolo, macchina fotografica (se possibile
con lo zoom), pail.
Per altre informazioni generali sull’attrezzatura e sull’abbigliamento clicca QUI

Dove dormiamo

Delhi: Hotel Suryaa – 2 notti
Ranthambore: Tiger Heaven / Tiger Den – 2 notti
Bandhavgarh: Tiger Den / Monsoon Forest Lodge – 2 notti
Kanha: Tuli Tiger Resort – 2 notti
Pench: Machhan Village – 2 nott

Le sistemazioni potrebbero subire variazioni e venire sostituite con strutture di categoria
equivalente.

Documenti

Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla fine del viaggio. Visto da apporre
prima della partenza. Maggiori info su www.viaggiaresicuri.it

Per informazioni tel. segreteria viaggi 06 27800984 selezione 50

1° giorno ITALIA/DELHI 

Partenza dall’Italia. Arrivo il giorno successivo a Delhi.

2° giorno ARRIVO A DELHI 

Arrivo a Delhi in giornata. Incontro con la guida e trasferimento in hotel. Pernottamento.

3° giorno DELHI

Intera giornata di visita alla città della vecchia e nuova Delhi, dal Forte Rosso al Gandhi Samadhi passando attraverso l’ “India Gate”, il Parlamento, la tomba di Humayun e Qutab Minar. La città ci accoglierà con il suo incredibile fascino fatto di una commistione unica di antico e moderno, di secoli di storia e sviluppo moderno accelerato. Cena in hotel e pernottamento.<

4° giorno DELHI/RANTHAMBORE

Trasferimento in mattinata verso la stazione per salire a bordo del treno per Ranthambore. Check-in all’arrivo in albergo. Nel pomeriggio visita al forte di Ranthambore. Pernottamento.

5° giorno RANTHAMBORE/UMARIA

Dal mattino presto al tardo pomeriggio safari nel santuario degli animali di Ranthambore in jeep: questa foresta è la più rinomata del Rajasthan, 400 km quadrati di perfetto habitat naturale per le tigri; se saremo fortunati potremo avvistare anche il toro blu, il cervo nero, il cervo maculato, il cinghiale, oltre a una grande varietà di specie di uccelli e, con un po’ di fortuna, il rarissimo leopardo. Trasferimento con un treno notturno per Umaria.

6° – 7°  giorno UMARIA/BANDHAVGARH NATIONAL PARK

Arrivo in treno ad Umaria e trasferimento a Bandhavgarh (1hr). Check-in all’arrivo nel resort. Per due intere giornate ci immergeremo nella natura del Parco attraverso due uscite di Game Drive giornaliere: una in mattinata e l’altra nel pomeriggio. Il Parco di Bandhavgarh rappresenta una realtà originale in cui storia e natura vi si incontrano producendo offrendo oggi una destinazione estremamente ricca e interessante. Il paesaggio, rigoglioso e particolarmente vario, è dominato da foreste di sal (o shala) ed estese macchie di bambù e prateria che variano a seconda dell’altitudine. La vegetazione è meno fitta rispetto all’India del Nord, fattore che rende più probabile l’avvistamento di uno degli oltre 40 individui di tigre bianca presenti nella regione. Proprio la presenza di questa rara specie, assieme a numerosi altri mammiferi, rese l’area un’amata riserva di caccia da parte del Maharaja di Rewa. All’interno dei suoi confini si possono incontrare anche numerose grotte e antichi rifugi con iscrizioni e angoli votivi.

8° giorno BANDHAVGARH/KANHA

In mattinata trasferimento a Kanha (240km). Check-in all’arrivo in albergo. Il Parco Nazionale di Kanha è situato nella savana che circonda la collina di Satpura. Kanha è l’habitat ideale per bradipi, cinghiali, buoi muschiati, tori blu, cervi Sambar, scoiattoli da palma e più di 150 specie di uccelli.

9° giorno KANHA

Mattinata e pomeriggio dedicati al safari in jeep. Avremo un’intera giornata, con due game drive, per scoprire la selvaggia natura che contraddistingue la Riserva. Tra gli animali presenti nell’area il più famoso è il barasinga, un cervide autoctono e diffuso esclusivamente in India e Nepal che nel 1970 andò molto vicino all’estinzione. Per fortuna i 66 esemplari rimasti furono protetti adeguatamente ed il processo di ripopolamento riuscì a riportare la loro presenza agli attuali 500 individui, ben 380 dei quali vivono all’interno dei confini del Kanha National Park. Oltre al barasinga è presente un buon numero di tigri, osservabili anche durante il giorno, e un’incredibile varietà di altre specie. Cena e pernottamento.

10° giorno KANHA/PENCH

Altra uscita di game drive mattutino prima di raggiungere l’ultimo dei Parchi indiani in programma: il Pench National Park. Nato come Santuario nel 1977, prese il nome dal fiume che vi scorre abbracciando la coda meridionale delle Satdupa Hills. Nel 1983 divenne Parco Nazionale e Tiger Reserve nel 1992. Sembra inoltre che Kipling avesse ambientato in questa regione il suo famoso “Libro della Giungla”. Cena e pernottamento.

11° giorno PENCH NATIONAL PARK – Safari fotografico nel Pench National Park

Anche qui avremo a disposizione due uscite di Game Drive, una la mattina ed una nel pomeriggio, per scoprire la ricchezza naturalistica che contraddistingue il Parco, particolarmente varia grazie ad una complessa topografia.

12° giorno PENCH/NAGPUR/DELHI

Dopo la colazione, trasferimento all’aeroporto di Nagpur (90km) in tempo per la coincidenza con il volo per Delhi. Ritorno in Italia verso le località di partenza.

13° giorno Delhi – Italia
Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description