Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

 

Isole Azzorre: Mare, miti e natura nelle isole del paradiso

L’Arcipelago delle Azzorre, estremo confine occidentale dell’Europa, è un magnifico paradiso naturale formato da nove isole vulcaniche al centro dell’Oceano Atlantico, che occupa una superficie totale di 2.333 Kmq, a circa 1.500 chilometri dalle coste del Portogallo a cui appartengono e a poco meno di 4.000 km dalle coste del Nord America.

Per circa cinquecento anni le Azzorre sono rimaste quasi del tutto incontaminate: le isole presentano paesaggi magnifici, con crateri verdeggianti di antichi vulcani ormai spenti, laghi azzurri e verdi incorniciati da ortensie e azalee, valli, prati, vulcani, scogliere e montagne con paesaggi suggestivi e idilliaci che rendono le Azzorre un luogo unico al mondo.

Questa vacanza offe la possibilità di scoprire un angolo esotico del mondo, dove la vita scorre a ritmi sereni e senza fretta lontani anni luce dallo stress che attanaglia ormai la vita quotidiana di ognuno di noi. Cominceremo a visitare l’isola Terceira, passeremo poi dei giorni nell’Isola di São Jorge; ci sposteremo poi a Faial, dove ci aspettano delle passeggiate rilassanti e spettacolari. Infine, con il traghetto ci sposteremo all’Isola di Pico, dove la maestosa presenza della montagna più alta del Portogallo, il vulcano di Pico, può essere apprezzata al meglio.

SPECIALE PERCHE’

  • Le Isole Azzorre costituiscono l’estremo confine occidentale dell’Europa
  • Un paradiso naturale formato da 9 isole vulcaniche con crateri verdeggianti, laghi azzurri e verdi incorniciati da ortensie ed azalee
  • Scogliere e montagne con paesaggi suggestivi e idilliaci uniti alla tranquillità tutta portoghese del ritmo di vita

PROGRAMMA INDICATIVO

1° giorno       ITALIA/TERCEIRA

Partenza dall’Italia e arrivo a Terceira; trasferimento e sistemazione in albergo. Presentazione del programma, relax prima di cena e pernottamento. A seconda dell’orario di arrivo dei voli sarà possibile una passeggiata in uno dei centri storici dell’isola.

Pernottamento a Terceira

2° giorno       TERCEIRA: Mistérios Negros, Pico do Gaspar; Ponta do Misteiro

La nostra prima escursione ci porta subito nel mezzo della più bella natura dell’ Azzorre: dalla grotta del Natale, vicino la Lagoa do Negro, laguna immersa in un bacino verde, ci spingeremo nell’entroterra vulcanico fino a Pico Gaspar da dove si può guardare dentro l’antico cratere e spaziare sopra l’immensa foresta che si stende ai nostri piedi. Da qui ci sposteremo verso Biscoitos per la nostra seconda escursione sulla costa fino alla enigmatica Ponta do Misteiro.

Pernottamento a Terceira

1a escursione:Dislivello:190m – Lunghezza:5km –Durata:2:30 ore

2a escursione:Dislivello:200m – Lunghezza:5km –Durata:3:00 ore

3° giorno       TERCEIRA:Angra do Heroismo, Monte Brasil; Lagoinha, Ribeira do Além; Piscine naturali de Biscoitos

La prima parte della giornata è dedicata a visitare la coloratissima Angra do Heroismo, il nucleo urbano più antico delle Azzorre fondato nel 1534, patrimonio UNESCO.

Ci sposteremo poi in direzione del Monte Brasil, piccolo e suggestivo vulcano “urbano” vicinissimo alla città.

In tarda mattinata partiremo verso ovest in direzione di Serreta, per una sorprendente escursione che ci porta a Lagoinha, un piccolo lago che occupa un cratere vulcanico, immerso in un mare verde lussureggiante, per poi ridiscendere lungo il bellissimo torrente di Ribeira do Alèm, incuneato tra le rocce e filari di ortensie.

Per completare la giornata, non resta che un rinfrescante bagno nella cornice naturale delle piscine di Biscoitos, dove si può nuotare nelle acque dell’Atlantico…in totale sicurezza!

Pernottamento a Terceira

Disl.: 500m – Lunghezza:9km –Durata: 4:00 ore

4° giorno      TERCEIRA/ SÃO JORGE

Oggi si cambia isola: dall’idilliaco ambiente dell’isola Terceira ci sposteremo in un altro paradiso alla volta dell’Isola di São Jorge, dove rimarremo per altri tre giorni. A seconda dell’orario di arrivo opteremo per una passeggiata all’interno dell’isola o per una visita alle cittadine storiche.

Pernottamento a São Jorge

5° giorno       SÃO JORGE: Fajà da Caldeira de Santo Cristo

Una escursione nello straordinario ambiente della costa nord, dove un’affascinante sensazione di solitudine e di spazio infinito si sviluppa tutto intorno passo dopo passo, fino ad arrivare alla laguna salata de Santo Cristo, in un piccolo avamposto abitato raggiungibile solo a piedi… La foresta sensazionale, la grandiosità dei panorami sull’Oceano, gli enormi spazi danno la sensazione di essere immersi in uno degli ambienti naturali più intatti di questo remoto lembo di continente.

Pernottamento a São Jorge

Dislivello: 350m – Lunghezza: 12km –Durata: 4:00 ore

6° giorno       SÃO JORGE: Fajã dos Vimes – Fajã de São João

Dal piccolo villaggio costiero di Faja dos Vimes, tra orti verdeggianti, torrenti e casette di pescatori saliremo il comodo sentiero che attraversa la foresta di Laurisilva della costa sud, una delle più integre dell’arcipelago. Giunti in prossimità del verdissimo altopiano di Loural, tra cascate e panorami sull’oceano e sulla vicina Isola di Pico, seguiremo una antica mulattiera che ridiscende lungo la costa fino ad arrivare al piccolo paesino affacciato sul mare chiamato Fajã de São João.                                                                                                                        Pernottamento a São Jorge

Dislivello:620m (600 in discesa) – Lung: 12km –Durata:5:30 ore

7° giorno  SÃO JORGE/ FAIAL: Ponta dos Capelinhos

Al mattino, di buon’ora, ci trasferiamo al porto per imbarcarci sul traghetto che da São Jorge ci porterà a Faial. Una volta sistemati in albergo, ce ne andremo verso l’interno dell’isola, per la nostra escursione ai crateri di Cabeço Verde e Cabeço do Canto, protetti da una Riserva Naturale ricca di contrasti, con resti di antiche eruzioni e foreste: un insolito spettacolo della natura!

Pernottamento a Faial

Dislivello: 550m – Lunghezza: 13km – Durata: 4:00 ore

8° giorno       FAIAL / PICO (Furna de FreiMatias–Madalena)/FAIAL

Oggi raggiungeremo l’Isola di Pico: dal porto di Madalena, arriveremo con mezzi pubblici o taxi fino alla Furna de Frei Matias, un tunnel lavico completamente ricoperto di muschio e vegetazione. Da qui inizia la nostra lunga discesa che, tra pascoli abbandonati, monumenti vulcanici di forma conica (maroiços) conduce nuovamente al porto di Madalena. In attesa del traghetto che ci riporti a Faial, esploreremo le viuzze di questo piccolo borgo marinaro.

Pernottamento a Faial

Dislivello: 700m discesa – Lunghezza: 10km – Durata: 3 ore

9° giorno       FAIAL / ITALIA

Trasferimento in aeroporto e partenza in aereo per l’Italia via Lisbona.

 

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description