Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

 

NATURALMENTE, DANUBIO! Da Regensburg a Vienna (Gruppo)

Seguendo il Danubio, alla scoperta della ciclabile più famosa del mondo!

Visto il successo del tour dello scorso anno, dalle sorgenti del Danubio a Regensburg, abbiamo pensato di proporvi quest’anno la sua immediata continuazione.

La formula è la stessa: raggiungeremo Regensburg in bus da Vicenza e da qui sui pedali percorerremo l’ultimo tratto tedesco.

Raggiunta la città dei tre fiumi, Passau, vi sembrerà di pedalare in un “déjà vu”. Infatti, chiunque ami andare in bicicletta avrà certamente sentito parlare e raccontare dei 300 km della classicissima Ciclabile del Danubio: Linz, Grein, Melk, Tulln sono solo alcune delle città o paesi che incontrerete.

Ad aspettarvi un po’ più in là, c’è lei…l’imperatrice Vienna.

Questo tour si svolge lungo il percorso ciclabile più famoso al mondo: la ciclabile del Danubio. E a ragione: ottime piste ciclabili ben attrezzate, completamente pianeggiante, perfetta segnaletica, oltre ad un bellissimo e variegato paesaggio.

Il percorso è pianeggiante, su pista ciclabile asfaltata lungo il corso del Danubio. Il tour non presenta particolari difficoltà, ma proprio per questo abbiamo alzato un po’ il chilometraggio giornaliero e aumentato un po’ la velocità. A seguirci ci sarà il nostro bus che trasporterà i bagagli e sarà disponibile per qualche passaggio (in numero limitato)!

Se ritenete che usare la bici sia sempre e comunque più comodo che “affrontare” 200 mt a piedi per raggiungere il panificio, se non vi spaventano i cavalcavia e le brevi ascese, se avete sviluppato una certa dipendenza alle vacanze in bicicletta, allora questo è il tour che fa per voi. Più che una vera e propria preparazione fisica, avete lo spirito giusto per spingere sui pedali o scendere e spingere la bicicletta.

Il WWF consiglia questo viaggio perché:

Fiumi, laghi e zone umide rappresentano degli ambienti di vitale importanza per la vita del Pianeta, compresa la nostra su cui maggiormente si concentrano le attività di conservazione del WWF a
livello internazionale e a livello nazionale
Il bacino del Danubio ricade all’interno del Greater Black Sea Basin uno dei 35 “Priority Places”
del Pianeta, di importanza fondamentale per il WWF per la sopravvivenza nostra e della biodiversità della Terra.

Il WWF è impegnato da anni nella attuazione del Programma “Danubio-Carpazi”, al cui interno ricadono iniziative e progetti per tutelare la Drava e il suo bacino e per individuare soluzione per la coesistenza dell’uomo e della Biodiversità.

Il Danubio, per il WWF è uno dei 10 fiumi maggiormente minacciati del Pianeta. E’ stato distrutto, nel corso degli anni, l’80% dei suoi ambienti naturali.

L’itinerario si svolge in una località di pregio dal punto di vista naturalistico-ambientale e storico-etnografico e favorisce un interessante approccio al territorio nella sua complessità.

Si svolge in bicicletta, uno dei mezzi più ecologici per scoprire il territorio.

La bicicletta è lo strumento ottimale per un turismo lento che, a differenza di un turismo “mordi e fuggi”, consente di conoscere bene il territorio che si attraversa, le sue tradizioni e favorisce inoltre le opportunità di incontro con i suoi abitanti.

Potete fare una vacanza a impatto 0 (o quasi) raggiungendo in treno la destinazione (basta telefonare per informazioni e prenotazioni le Ferrovie Tedesche, Svizzere e Austriache. Call center: 02/67479578;
www.bahn.com
;
info@dbitalia.it
)

Per come è strutturato e organizzato, l’itinerario consente di assaporare la cucina locale, a cui sono strettamente legati i suoi prodotti, per una alimentazione sana e a Km 0!

Le strutture ricettive in cui sarete ospitati, sono estremamente funzionali al percorso che realizzerete. Appartengono e vengono gestite, nella quasi totalità dei casi, da chi abita sul territorio e impiegano mano d’opera locale. La vostra vacanza ha così una ricaduta diretta sull’economia locale.

Sarete voi stessi i protagonisti della vacanza. Con le scelte di acquisto che farete, per i pasti e le vostre varie necessità, beneficerete positivamente e direttamente l’economica locale.

Partecipando a questa vacanza, farete crescere il numero di persone che scelgono una vacanza “ecologica”, sensibilizzando così le amministrazioni pubbliche a investire maggiormente in percorsi e piste ciclabili e in attività e iniziative di turismo responsabile.

Grazie al materiale che vi verrà fornito per questa vacanza e ai consigli che vi daremo, potrete viaggiare al meglio, conoscere in modo più approfondito il territorio e minimizzare la vostra impronta! Il turismo, secondo i principi del WWF, deve essere informativo e educativo!

Questa è una proposta di cicloturismo di Girolibero.

WWF NaTuRe seleziona per voi le migliori proposte di turismo improntato ai valori della sostenibilità ambientale e della qualità di gestione dei servizi e  svolge in questo il suo ruolo di sostenitore del turismo responsabile e sostenibile.

Come Arrivare

Incluso nel pacchetto è il viaggio in bus di andata per Regensburg e ritorno per Vicenza. Nel DOCUMENTO FINALE, inviato via mail qualche giorno prima della partenza, troverete maggiori dettagli sull’orario. Il punto d’incontro sarà a Vicenza in viale Roma, vicino alla stazione dei treni.

Bici e Accessori

City-bike a 21 rapporti con freno a manubrio (se non segnalato diversamente). Questo tipo di bicicletta ben si adatta al percorso, in questo caso pianeggiante, e ai ciclisti alle prime esperienze: una bici solida e robusta, copertoni con sistema di antiforatura e selle confortevoli. Il noleggio delle appendici per i bambini in questo tour non è previsto.
Le bici sono equipaggiate con:
lucchetto;
borsa laterale.
Anche se non è obbligatorio, il casco è sempre consigliato. Tuttavia, non vi verrà fornito, e per questo consigliamo sempre di avere con sé il proprio.

Percorso quasi interamente ciclabile e prevalentemente asfaltato, non presenta particolari difficoltà. Adatto anche a chi ha poco allenamento fisico.

Il percorso giorno per giorno

30.07.16 sabato
Regensburg.
Partenza in bus da Vicenza verso Regensburg, sgranchiamoci le gambe nel centro storico prima della cena e del pernottamento.

31.07.16 domenica
Regensburg – Deggendorf (75 km).
Lasciamo alle spalle Ratisbona (Regensburg), seguendo il Danubio verso la bella Straubing, circondata dalla verdissima Bayerischer Wald. L’influenza del barocco domina nelle chiese, nelle case e nei palazzi della Germania meridionale. Lasciamo Straubing e proseguiamo verso Oberaltaich, antica abbazia benedettina del XII secolo, prima di giungere a Deggendorf.

1.08.16 lunedì
Deggendorf – Passau (60 km).
Anche la giornata di oggi inizia con un monastero, uno dei più antichi della Baviera, a Niederaltach. Altra tappa consigliata è il museo Quintana di Künzing, dedicato alla storia romana della regione. Attraversata la maestosa diga sul Danubio a Kachlet raggiungeremo Passau, la città dei tre fiumi. Visita al centro storico e al duomo cittadino, che custodice l’organo più grande del mondo.

2.08.16 martedì
Passau – Linz (70 km + 30 km in barca).
Ripartiamo sui pedali per raggiungere uno dei luoghi più affascinanti del tour: la famosa Donaueschlinge, ovvero la meravigliosa ansa disegnata dal Danubio in prossimità di Schlögen. Ancora più bello ci apparirà il suo disegno se cambiamo il punto di vista, magari facendo una piccola ascesa a piedi verso il belvedere. Si riprende a pedalare seguendo la valle del Danubio, che si restringe ancora prima di arrivare a Linz, polo culturale e moderno. Visitiamo il centro storico in stile barocco con la piazza principale, tra le più grandi d’Europa.

3.08.16 mercoledì
Linz – Grein/Bad Kreuzen (65 km).
Una piccola deviazione verso la splendida abbazia agostitiniana di St. Florian, vero gioiello del barocco austriaco, vale proprio la pena, prima di raggiungere Enns, uno dei più antichi centri dell’Austria. Il cinquecentesco castello Ennsegg e i grandi palazzi rinascimentali ci accoglieranno nella cittadina. In alternativa, potremmo percorrere la sponda nord verso il memoriale del Lager di Mauthausen, luogo emblematico dell’Olocausto, per poi attraversare Mitterkirchen, con il suo interessante museo all’aperto.

4.08.16 giovedì
Grein/Bad Kreuzen – Krems (70 km + 30 km in barca).
Da Grein la valle si restringe all’altezza dello Strudengau, la gola del Danubio, un tempo temuta dai naviganti per i suoi pericolosi vortici. Qui, dopo l’ampia spianata del Machland, il panorama torna ad essere più movimentato. Continueremo a seguire il Danubio e la sua valle punteggiata di santuari, come quello di Maria Taferl, che farà capolino dalla sponda nord, oppure il castello di Leiben, fino ad arrivare a Melk, nota per l’imponente abbazia benedettina. Sulla riva meridionale potremo visitare il Museo della bicicletta nella cittadina di Ybbs.

5.08.16 venerdì
Krems – Vienna (50/80 km).
Krems an der Donau, storica località vitivinicola, è una cittadina silenziosa sulla riva sinistra del Danubio. Da visitare il Museo della città dedicato alla viticultura. Di fronte a Krems, arroccata su un’altura erbosa, sorge la maestosa abbazia di Göttweig, fondata dagli Agostiniani nel 1074. Alla stretta valle del Wachau fa seguito l’ampia pianura del Tullner Feld. Si pedala fino a Tulln, dove ha sede l’interessante Museo Egon Schiele, dedicato a questo famoso pittore espressionista. Prima di arrivare nel Wienerwald, il “bosco viennese”, si attraversa Klosterneuburg, con il suo pregevole complesso abbaziale. Infine si giunge alla meta finale: l’imperiale Vienna, capitale mitteleuropea.

6.08.16 sabato
Vienna
Prima di riprendere il bus per Vicenza, passeggiata nella maestosa città.

Per motivi organizzativi, climatici o legati a disposizioni delle autorità locali indipendenti dalla nostra volontà, l’itinerario potrebbe subire modifiche più o meno considerevoli prima e/o durante la vacanza. Lungo il percorso ci potrebbero essere deviazioni temporanee impossibili da prevedere: ciascun ciclista è tenuto a decidere in autonomia se e come affrontare questi tratti.

 

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description