Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

 

Parco nazionale del Grand Paradiso: un paradiso di emozioni e suggestioni

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è uno dei più noti parchi nazionali ed anche il più antico d’Italia.

E’ consideratofra i principali d’Europa non solo perché tra le sue montagne vi trovano rifugio lo stambecco e altre specie faunistiche, ma anche per la grandiosità dell’ambiente, il cui fulcro è idealmente rappresentato dal Gran Paradiso con i suoi 4061m d’altezza e per la gran varietà della vegetazione, favorita dalle più svariate condizioni esistenti tra valle e valle e tale da rappresentare nel suo insieme la flora alpina.

Il Parco è famoso per la bellezza delle sue cime, i ghiacciai ancora imponenti, valli solcate da innumerevoli torrenti e piccoli ruscelli, ma soprattutto per la facilità con cui si avvistano animali come camosci, stambecchi e marmotte; per non parlare poi di aquile e del resto della variegata fauna che qui vive tranquilla.

Dal nostro paesino partiremo ogni giorno per un’escursione diversa, ai piedi di ghiacciai e cime, percorrendo le “strade reali”, le mulattiere che fece costruire Vittorio Emanuele II nel 1800 per collegare le “case reali di caccia”, ammirando laghetti alpini con i prati in fiore che li circondano.

SPECIALE PERCHE’

  • Il primo parco nazionale italiano istituito nel 1922
  • 70000 ettari di spettacolare ambiente alpino con cime imponenti
  • Il luogo preferito dal Re Vittorio Emanuele II per le sue vacanze

Quando

dal 29 luglio al 5 agosto; dal 12 al 19 agosto; dal 26 agosto al 2 settembre (8 giorni /7 notti)

Come

Viaggio di gruppo con guida (min. 8 max. 15 partecipanti)

Cosa facciamo

Escursioni a piedi di difficoltà media ; visite ai luoghi caratteristici; enogastronomia locale.

Dettagli sulla scala di difficoltà sono riportati QUI.

Dove dormiamo

Hotel a Noasca

Pasti inclusi

Colazioni e cene in hotel

Pasi NON inclusi

I pranzi al sacco  a  carico dei partecipanti, autogestiti

Come si raggiunge 

Mezzi pubblici o mezzi propri

Abbigliamento e attrezzatura

Abbigliamento comodo e caldo, con maglioni e felpe, scarponi da trekking, zaino 30-40 litri, borraccia, cappellino e occhiali da sole, mantella antipioggia o giacca impermeabile, coprizaino; guanti e cappello di lana per chi è particolarmente freddoloso; macchina fotografica e binocolo

Per altre informazioni generali sull’attrezzatura e sull’abbigliamento clicca QUI

Per informazioni tel. segreteria viaggi 06 27800984 selezione 50

PROGRAMMA INDICATIVO

1° giorno       NOASCA

Arrivo dei partecipanti, incontro con la guida e alle ore 19,00 e presentazione del viaggio con introduzione al Parco e alle attività.

2° giorno VALLONE DEL ROC – NOASCA
Partenza per l’escursione verso il Vallone del Roc, lungo l’antico sentiero che attraversa i villaggi d’alta quota ormai abbandonati, dove è possibile vedere preziose testimonianze del passato, come la vecchia scuola utilizzata dai bimbi della borgata, che ancora conserva all’interno i banchi e la lavagna
Dislivello: 450m in salita, 900m in discesa – Lunghezza A/R: 10km – Durata A/R: 5:30 ore

3° giorno LAGO NERO – COLLE DEL NIVOLET
Una riposante escursione in quota al cospetto dei giganti del massiccio del Gran Paradiso, attraverso un particolare paesaggio “carsico” costellato di laghetti e stelle alpine.
Dislivello: 214m – Lunghezza A/R: 8km – Durata A/R: 3:00 ore

4° giorno RIFUGIO GUGLIELMO JERVIS AL PIAN DEL NEL – CERESOLE REALE
Escursione ad anello tra i suggestivi boschi di Ceresole Reale, attraversando torbiere e un raro bosco di cembri, che ci porterà al Pian del Nel, dove troveremo ad accoglierci il Rifugio Guglielmo Jervis
Dislivello: 670m – Lunghezza A/R: 6km – Durata A/R: 5:00 ore

5° giorno PIAN BORGNO – COLLE DEL NIVOLET
Mattinata relax con visita al Centro visitatori del PN Gran Paradiso a Noasca e poi trasferimento al Colle del Nivolet per una splendida escursione panoramica pomeridiana, con un percorso per lo più pianeggiante, attraverso il Piano del Nivolet e salita verso Pian Borgno, vallone popolato da stambecchi e camosci, al cospetto del ghiacciaio dell’Houiller e del massiccio del Gran Paradiso. Splendide fioriture e confidenti marmotte ci accompagneranno durante l’escursione. Al termine ricca polentata presso il Rifugio Savoia, al Pian del Nivolet e a seguire rientro in hotel, non prima di aver dato uno sguardo al cielo stellato!
Dislivello: 100m – Lunghezza A/R: 13km – Durata A/R: 4:00 ore

6° giorno CA’ BIANCA- CERESOLE REALE
Piacevole escursione attraverso un folto lariceto che ci condurrà ad un alpeggio da cui godremo di un ampio panorama sulle Levanne, “le dentate e scintillanti vette” cantate da Giosuè Carducci nei suoi versi.
Ammireremo dall’alto il coronamento della diga di Ceresole e il suo lago artificiale, ammirandone le particolarità costruttive. Al rientro dell’escursione, una golosa merenda con il “Ceresolino” e visita del laboratorio dello scultore del legno Marco Rolando.
Dislivello: 330m in salita, 440 in discesa – Lunghezza A/R: 5,5km – Durata A/R: 4:30 ore

7° giorno COLLE LEYNIR – COLLE DEL NIVOLET
Sicuramente la più emozionante escursione della settimana, che attraversando paesaggi lunari ci condurrà sulla splendida balconata che si affaccia su uno spettacolo mozzafiato: i ghiacciai della valle di Rhemes ed in lontananza il massiccio del Monte Bianco, che ci faranno presto dimenticare la fatica della salita.
Dislivello: 552m – Lunghezza A/R: 5km – Durata A/R: 5:00 ore

8° giorno NOASCA/LUOGHI DI PROVENIENZA
Dopo colazione, partenza per i luoghi di provenienza.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description