Tel: 06/85376501 info@wwftravel.it

 

Gibuti: in crociera alla scoperta dello Squalo Balena

Henry de Monfreid e le sue Histoires Djiboutiennes saranno il faro delle nostre navigazioni alla scoperta di questo straordinario pezzo di mondo ritagliato in terra africana.

Insieme ai biologi marini dell’ISM  (Istituto per gli Studi sul Mare) nell’ambito del programma di esplorazione del mare ideato dal team di SpotProject, presentiamo una vera crociera scientifica aperta a tutti gli amanti del mare, nelle acque del Gibuti.

Sulla nostra rotta ci attendono gli squali balena nel golfo del Ghoubbet, gli straordinari paesaggi che ci terranno compagnia durante le navigazioni e le immersioni in fondali inusuali.

La vera peculiarità di questo viaggio sarà dato dall’opportunità di nuotare fianco a fianco con gli splendidi esemplari di squali balena stanziali all’interno del golfo, intenti a cibarsi di plancton.

Una volta tanto, questa crociera è consigliata a tutti coloro che amano conoscere. Chiunque avrà la possibilità di nuotare in compagnia degli squali balena e visitare un mondo ancora “fuori dal mondo”.

Le metodologie usate durante la crociera fanno parte del progetto di studio sugli squali balena Whale Sharks Expedition: particolare attenzione verrà data alla fotoidentificazione degli esemplari che si incontreranno.

 Tutto questo in pieno relax e con l’aiuto e la guida dei nostri esperti, ben lieti di rispondere a tutte le domande e le curiosità che nascono dal viaggio, dalla navigazione e dalla scoperta.

 Si consiglia vivamente ai partecipanti di munirsi di macchina fotografica digitale necessaria per il lavoro di foto identificazione degli squali balena.

Il WWF e i suoi partners promuovono la Citizen Science come esperienza  partecipativa dei viaggiatori alle attività di censimento e ricerca sulla fauna, in questo caso marina. Per questa ragione ogni partecipante sarà veramente parte integrante del progetto Whale Shark Expedition in quanto solo grazie alle immagini fotografiche raccolte si potranno identificare gli animali osservati.

nota bene: le immersioni previste dal programma sono da considerarsi per subacquei piuttosto esperti data la presenza di correnti frequenti.  

 

Collocato all’imboccatura meridionale del Mar Rosso, il piccolo stato di Gibuti è bagnato dalle acque dell’Oceano Indiano e da quelle del Mar Rosso. I suoi fondali risentono quindi dell’influenza dei due mari che vanno a mescolarsi tra loro; in virtù di questo fenomeno, i fondali di Gibuti sono imprevedibili grazie all’incredibile varietà di pesce corallino, ma soprattutto per la presenza di un consistente gruppo di squali balena stanziali che da novembre a febbraio si radunano all’interno del Golfo del Tadjoura, poche miglia a nord ovest del porto di Gibuti.
Saranno proprio gli splendidi animali i principali protagonisti di questo viaggio, accompagnati da uno straordinario paesaggio emerso le cui caratteristiche geologiche sono uniche al mondo e questa peculiarità sembra riflettersi nel carattere e nello spirito del luogo. Per questa ragione i diversi avventurieri che nel periodo coloniale hanno scelto di stabilirsi qui, avevano sicuramente percepito questo « spirito estremo ». Personaggi dello spessore letterario di Arthur Rimbaud e Henry de Monfreid sono venuti a Gibuti per trovare una condizione di isolamento, quasi di confino naturale, lontano dall’ipocrisia e dai fasti del mondo occidentale.

La crociera nel Ghoubbet si articola tra gli splendidi golfi di Tadjoura e in quello di Ghoubbet el Karab. Ci immergeremo nella strabiliante Sec del la Passe battuta da correnti molto intense e con il cappello a 16 mt, dove si estende un plateau ricoperto di alcionari, così come la Petit Passe.

Immersioni impegnative che richiedono molta attenzione per le correnti intense. Ci si potrà immergere soltanto in condizioni di corrente entrante con l’ausilio della tabella delle maree. Branchi di pelagici verranno avvistati nel blu. Poi l’immersione a la Ile du Requins che si effettua lungo la parete Est dell’isola dove a poca distanza si trova un piccolo scoglio a 35 mt di profondità. Nel blu si assiste al passaggio di esemplari di carangidi e squali da barriera. L’immersione denominata La Faille (la Faglia), la si effettuerà all’interno di una estesa faglia sommersa che è la prosecuzione della spaccatura tettonica che dal continente asiatico prosegue fino al centro dell’Africa: la famosa Rift Valley. A metà del suo percorso, raggiunge le coste di Gibuti per poi proseguire lungo il continente africano. Altre immersioni verranno effettuate nel corso della crociera come quella sul relitto del Faon, situato poche miglia fuori dalle isole Mousha.
La vera peculiarità di questo viaggio è dato dall’opportunità di nuotare fianco a fianco con gli splendidi esemplari di squali balena stanziali, intenti a cibarsi di plancton all’interno del golfo di Arta Plage.
Questa crociera è consigliata a tutte le persone che si emozionano di fronte alle bellezze naturalistiche che il nostro pianeta è ancora in grado di regalarci. Chiunque avrà la possibilità di nuotare in compagnia degli squali balena e scoprire un mondo ancora “fuori dal mondo”.
DA VEDERE
Nel corso della crociera visiteremo il Lac Assal, un vasto lago salato posto 150 mt. sotto il livello del mare, circondato da vulcani inattivi e impressionanti distese di lava. Il lago Assal è il punto più basso del continente africano, qui la depressione offre vedute impressionanti dove il bianco accecante dei cumuli di sale contrasta con i neri campi lavici che li circondano.
DA SAPERE
Periodo consigliato da ottobre a febbraio

Porto di partenza Gibuti
Note: quello descritto è un itinerario di massima. La crociera potrà subire variazioni determinate dalle condizioni atmosferiche.

La situazione del “Rischio estinzione” 
Lo Squalo Balena è un pesce che per decenni è stato minacciato dalla pesca sia per scopi alimentari che per scopi industriali (per ricavarne olio dal fegato):nel 1982 la commissione ONU sul mare lo ha classificato come specie migratoria e bisognosa quindi di studi e di progetti di salvaguardia al fine di minimizzare il rischio di estinzione.
Nel 1999, la “Convenzione di Bonn” sulle specie migratorie, ha incluso il Rhincodon typus tra le specie “con una condizione sfavorevole di conservazione” Attualmente lo Squalo Balena è inserito nell’appendice II allegato B della “Convenzione CITES” ed è a tutti gli effetti una specie protetta in tutto il globo

Obiettivi del viaggio studio

Il progetto “Whale Shark Expedition”, finalizzato all’osservazione ed alla fotoidentificazione degli esemplari di squalo balena (Rhincodon typus), nelle acque del Golfo di Tadjourah a Djibouti, nasce nel 2006, quale prima iniziativa italiana di ecoturismo e ricerca, dedicata espressamente a questa meravigliosa e particolare specie di pesce cartilagineo. Una massiccia presenza di squali balena nel periodo novembre febbraio, localizzata principalmente nella zona di Arta Plage era nota agli organizzatori grazie ai numerosi report raccolti, base cognitiva per concretizzare nel 2007 il primo viaggio studio a Djibouti.

L’obiettivo di queste spedizioni è quello di svolgere attività di ricerca in una determinata zona, dove avvicinare e foto-identificare gli esemplari di squalo balena avvalendosi delle tecniche di ricerca utilizzate con altre specie di squali. Grazie alla collaborazione con l’ente di ricerca australiano EcOcean, che dal 1994 si impegna nella salvaguardia degli squali balena e alla creazione del “Whale Shark Photo-identification Library”, un database che raccoglie tutti gli avvistamenti di squalo balena, possiamo classificarli grazie alle foto realizzate e tramite lo stesso software che la NASA utilizza per mappare le stelle, verranno analizzati gli spot presenti sul derma degli squali balena, classificando così i vari esemplari.

Il viaggio ha dunque una finalità scientifica in quanto i dati rilevati sugli esemplari di squalo balena osservati saranno inseriti nel DataBase dell’ente australiano EcOcean che ha elaborato un database degli avvistamenti mondiali di squalo balena.

Guida

Emilio Mancuso – Istituto Studi sul Mare

Quando

24 Novembre / 1 Dicembre

Durata

8 giorni – 7 notti

Voli aerei

VOLI TURKISH da aeroporti italiani. La Compagnia aerea Turkish Airlines opera da innumerevoli aeroporti italiani: MILANO, TORINO, VERONA, GENOVA, BOLOGNA, ROMA. Compatibilmente con i giorni prestabiliti di crociera, si potranno utilizzare gli aeroporti di partenza più comodi

Cosa facciamo

Il viaggio studio “Whale Shark Expedition 2016-2017” è incentrato sull’osservazione diretta e sullo studio e approfondimento delle caratteristiche morfologiche, fisiologiche e biologiche degli Squali Balena presenti nel golfo del Ghoubbet. Durante la crociera, oltre alle immersioni quotidiane, verranno svolte le attività di studio sullo Squalo Balena, costituite in due parti:

Parte Pratica

Tecniche di avvicinamento (snorkeling) degli esemplari di squalo balena
Osservazioni morfologiche e fotoidentificazione degli esemplari
Osservazione delle tecniche alimentari
Osservazione delle attività sociali

Parte Teorica

“Corso Monografico sugli Squali”, costituito da 5 lezioni serali, nelle quali verranno approfonditi gli aspetti biologici, fisiologici e morfologici degli Elamosbanchi, con particolare attenzione allo Squalo Balena.
Analisi quotidiana dei dati identificativi (tramite fotoidentificazione)
Composizione del DataBase e relativi approfondimenti

Dove dormiamo

A bordo dell’imbarcazione del ms/y Elegante

 

 

PROGRAMMA VIAGGIO

Sabato 24 Novembre:  Check-in individuale all’aeroporto per volo Turkish su Gibuti (via Istanbul)

Domenica 25 Novembre: Arrivo in aeroporto a Gibuti. Incontro con il nostro corrispondente per ottenimento del visto d’ingresso. Trasferimento al porto d’imbarco. Sistemazione a bordo e partenza.

Da domenica 25  a venerdì 30 Novembre: Crociera di 6 giorni con trattamento di pensione completa inclusi acqua, tè, nescafè e soft drinks. Previste 2 immersioni giornaliere guidate. Snorkeling finalizzato all’avvistamento dello squalo balena. A metà settimana escursione al lago Assal con sbarco dal golfo Ghoubbet.

Venerdì 30 Novembre: 2 immersioni, pranzo e relax ormeggiati alle isole Moucha. Rientro in porto nel pomeriggio. Cena a bordo e serata con visita della città di Gibuti.

Sabato 1 Dicembre: Prima colazione a bordo e trasferimento in aeroporto per volo di rientro in Italia.

Domenica 2 Dicembre: Arrivo in Italia

 

MS/Y ELEGANTE


Il ms/y Elegante è una goletta costruita nel ’95 è considerata una delle barche storiche che navigano oggi il Mar Rosso. E’ in grado di offrire comfort e soddisfare anche la clientela più esigente. Costruita in legno massiccio, tutte le cabine sono dotate di bagno privato, acqua calda e fredda, oblò apribili, comodi armadi e ampi spazi sia sotto coperta che sul ponte. Confortevole l’area dedicata ai sub per indossare e riporre l’attrezzatura. A poppa una comoda cuscineria prendisole consente di godersi il relax della vacanza. Il comandante e l’equipaggio garantiscono una gestione impeccabile. Categoria comfort Capienza massima 14 ospiti Bevande acqua the e nescafè incluse.

DATI TECNICI Lunghezza 25 metri Larghezza 6,50 metri Pescaggio 2,70 metri Velocità di crociera 8 nodi Capacità carburante 2,5 tonnellate Motori Fiat Iveco AIFO 260 hp Capacità acqua 7 tonnellate Dissalatori 200 litri ora Generatori 15 KW/h – 5,5 KW/h Tensione elettrica 220 V Strumentazione radio VHF lungo raggio e portatile corto raggio, satellitare, Plotter ,GPS, Radar ecoscandaglio Dotazioni di sicurezza kit ossigeno, first aid, impianto anti-incendio, zattere di salvataggio

INTERNI Cabine 2 matrimoniali, 2 doppie con letti a castello, 2 doppie con letti twin, 1 suite matrimoniale a poppa. Tutte con bagno privato Spazi comuni ampio salone; stereo; TV; video; CD, DVD e MP3 Diving Aria condizionata in tutte le cabine

ESTERNI Spazi comuni ampi spazi prendisole sia a prua che a poppa DIVING Area diving presente nella zona di prua Bombole 15 litri acciaio biattacco Din/ Int Compressori 1 Bauer 11.000 litri / ora + Coltri CH 13 Nitrox non disponibile Tender Marshall 5,80 metri con 40 hp + Marshall 4,80 metri con 40 hp

 

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description