Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

 

Tropici europei – Drava – Speciale partenza gruppo WWF 2 agosto

.

Per il WWF la Drava ha un immenso valore. Contribuisce infatti a formare con Mura e Danubio un’area di 400.000 ettari, che si estende dall’Austria e fluisce verso la Slovenia, la Croazia, l’Ungheria e la Serbia , che è stata paragonata per la sua ricchezza di biodiversità e di produttività, a una foresta tropicale. E’ una delle zone umide più importanti d’Europa, che il WWF da oltre dieci anni protegge, lavorando intensamente con partner locali e internazionali.

Naturale, quindi proporvi di venire a trascorrere le vostre vacanze lungo la Drava, per conoscere questo fiume, amare la sua natura, i suoi paesaggi e la scultura e le tradizioni del territorio che attraversa.

Non tutti sanno che questa incredibile ricchezza nasce in Italia, in alto Adige, in val Pusteria. Fatto questo che fa della Drava il fiume più lungo che scorre nel Bel Paese, sorpassando il Po di circa un centinaio di chilometri (749 contro 652).

R1 è la sigla che contraddistingue la ciclabile che segue il suo corso e che per ben 282 chilometri si snoda in Austria. Sicuramente non c’è da annoiarsi pedalando lungo la Drava, considerando il susseguirsi di montagna, boschi, colline, laghi, prati chiese, castelli, paesi e città. I motivi di distrazioni certo non mancano e avrete l’imbarazzo della scelta su dove fermarvi!

Il WWF consiglia questo viaggio perché:

Fiumi, laghi e zone umide rappresentano degli ambienti di vitale importanza per la vita del Pianeta, compresa la nostra su cui maggiormente si concentrano le attività di conservazione del WWF a livello internazionale e a livello nazionale .

La Drava fa parte del bacino del Danubio, che ricade all’interno del Greater Black Sea Basin uno dei 35 “Priority Places” del Pianeta, di importanza fondamentale per il WWF per la sopravvivenza nostra e della biodiversità della Terra.

Il WWF è impegnato da anni nell’attuazione del Programma “Danubio-Carpazi”, al cui interno ricadono iniziative e progetti per tutelare la Drava e il suo bacino e per individuare soluzione per la coesistenza dell’uomo e della Biodiversità.

L’itinerario si svolge in una località di pregio dal punto di vista naturalistico-ambientale e storico-etnografico e favorisce un interessante approccio al territorio nella sua complessità.

Si svolge in bicicletta, uno dei mezzi più ecologici per scoprire il territorio.

La bicicletta è lo strumento ottimale per un turismo lento che, a differenza di un turismo “mordi e fuggi”, consente di conoscere bene il territorio che si attraversa, le sue tradizioni e favorisce inoltre le opportunità di incontro con i suoi abitanti.

Potete fare una vacanza a impatto 0 (o quasi) raggiungendo in treno la destinazione (basta telefonare per informazioni e prenotazioni le Ferrovie Tedesche, Svizzere e Austriache. Call center: 02/67479578; www.bahn.com ; info@dbitalia.it )

Per come è strutturato e organizzato, l’itinerario consente di assaporare la cucina locale, a cui sono strettamente legati i suoi prodotti, per una alimentazione sana e a Km 0!

Le strutture ricettive in cui sarete ospitati, sono estremamente funzionali al percorso che realizzerete. Appartengono e vengono gestite, nella quasi totalità dei casi, da chi abita sul territorio e impiegano mano d’opera locale. La vostra vacanza ha così una ricaduta diretta sull’economia locale.

Sarete voi stessi i protagonisti della vacanza. Con le scelte di acquisto che farete, per i pasti e le vostre varie necessità, beneficerete positivamente e direttamente l’economica locale.

Partecipando a questa vacanza, farete crescere il numero di persone che scelgono una vacanza “ecologica”, sensibilizzando così le amministrazioni pubbliche a investire maggiormente in percorsi e piste ciclabili e in attività e iniziative di turismo responsabile.

Grazie al materiale che vi verrà fornito per questa vacanza e ai consigli che vi daremo, potrete viaggiare al meglio, conoscere in modo più approfondito il territorio e minimizzare la vostra impronta! Il turismo, secondo i principi del WWF, deve essere informativo e educativo!

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description