Tel: +39 02 831331 turismo@wwf.it

 

Corsica del Nord: due settimane in barca a vela

Navigheremo in flottiglia dalla Toscana fino alla Corsica e poi bordeggiando l’Isola andremo a costeggiare la riserva naturale di Scandola con le sue scogliere di porfido rosso.
Ci ancoreremo nell’ansa della Girolata, una bellissima insenatura circondata da alte montagne.

E poi il golfo di Porto che offre uno scenario grandioso, le sue acque di colore blu intenso racchiuse in una cerchia di montagne che scendono al mare con pendici scoscese coperte da macchia o con scogliere a picco alte diverse centinaia di metri.

La spiaggia della Saleccia, nella riserva del Desert des Agriates, considerata una delle più belle di tutta la Corsica con la sua acqua cristallina e la sabbia bianca che contrasta con la macchia mediterranea ed i pini marittimi alle sue spalle.

Visiteremo alcune delle più famose località come Calvi, Ile Rousse, Saint Florent e le riserve naturali di Capo Corso.

Importante: la vita di bordo trascorre a stretto contatto con gli altri partecipanti, servono sapienza e tolleranza, è vero, per navigare fianco a fianco…ma l’esperienza del contatto profondo e allo stesso tempo entusiasmante e divertente con la natura del mare e dell’aria producono sempre come per miracolo una coesione intensa con i compagni di viaggio…..fino a diventare un equipaggio con fiocco e controfiocco!

Come

A bordo delle nostre barche a vela, adatte alle crociere e ai corsi di istruzione alla vela per tutte le persone affascinate dalla vita in mare. Diverse metrature, diverse forme e disposizione delle cabine a seconda dei gruppi che comporremo, ma tutte condotte, con la collaborazione di tutto l’equipaggio, dai più esperti istruttori della nostra Scuola di Vela che da molti anni gestisce queste attività. Imbarchi da Viareggio, e poi a vele spiegate verso la Corsica … con rientro a Viareggio alla fine della settimana. Un’esperienza affascinante, bordeggiando l’Isola da Bastia, alternando navigazione d’altura, porti e rade immersi in paesaggi mediterranei di grande fascino, scorci bellissimi di tutti quei tratti di costa e quelle visioni d’insieme della terra, possibile solo dal mare..

Il WWF consiglia questa vacanza per il suo contenuto valoriale legato alla conoscenza del mare e per gli aspetti legati alla sostenibilità ambientale.

Responsabile dell’attività

Andrea Parenti: presidente del Circolo Vela Mare, dirige la scuola che da molti anni, impegnata anche in attività sociali, porta in barca chi di vela non ne sa nulla, chi vuole imparare, chi vuole sperimentare ogni forma del mare, fino a chi si vuole allenare in vista di una regata. Coordina direttamente le attività della scuola e la formazione degli istruttori che portano le barche nelle crociere. Tutti gli istruttori frequentano obbligatoriamente corsi di specializzazione e aggiornamento organizzati annualmente dalla scuola e da altri enti di riferimento (CONI, UISP, FIV).

Come viene trattato l’argomento della sostenibilità ambientale:

La navigazione a vela rappresenta forse il più semplice e immediato “laboratorio di sostenibilità” in cui senza sforzo, senza particolare impegno, per pura logica di sussistenza si tende a dare il giusto valore alle risorse acqua ed energia. Usando più acqua del necessario semplicemente ad un certo punto l’acqua finisce. Idem per l’energia elettrica. La condivisione e la corretta suddivisione tra tutti i membri dell’equipaggio dell’uso di acqua ed energia lascia una traccia importante e spontanea nella consapevolezza di ognuno sul concetto di cosa sia “sostenibile”.

Alcuni piccoli accorgimenti del velista attento poi, praticati naturalmente dai nostri istruttori, sono l’abolizione totale di piatti e stoviglie usa e getta, che leggeri e volatili rischiano di finire accidentalmente in mare e comunque producono rifiuto da dover poi trasportare fino allo sbarco successivo.

Il tema stesso, centrale, di questa vacanza è la vela, il muoversi e raggiungere parti di mondo grazie all’energia dei venti e delle correnti. Qui si minimizza al minimo l’uso del motore. Più sostenibili di così!!

 

Ambiente e Località

Il Santuario dei Cetacei è un’area protetta immensa che si estende tra la Toscana, la Sardegna settentrionale, la Liguria e la Costa Azzurra fino a Tolone e include per intero le acque e le coste della Corsica. E’ l’area in cui storicamente (e scientificamente) si rileva la maggiore concentrazione di cetacei fra tutti i mari italiani e, probabilmente, rappresenta l’area faunisticamente più ricca dell’intero Mediterraneo.

Nasce all’insegna dell’obiettivo di garantire la maggior tutela possibile a questi meravigliosi animali, la cui sussistenza è, come facile immaginare, estremamente minacciata dalla pressione antropica sul Mediterraneo, a tutti i livelli, dal traffico marino all’inquinamento costiero.

Le specie principali che si incontrano nel Santuario: il capodoglio, la stenella, il delfino, la balenottera, il globicefalo, lo zifio, il grampo, il tursiope.

Alloggio

La barca sarà la nostra casa. Una vacanza in barca a vela è il giusto compromesso tra avventura e comodità. Se non sei mai stato in barca a vela la similitudine più verosimile è il camper, dove la “compattezza” dello spazio viene compensata dalla libertà massima di movimento.
Si dorme in cuccette singole o matrimoniali ed ogni barca è dotata di 1 o 2 bagni più una cucina attrezzata con fuochi, dispensa e frigorifero. Ogni equipaggio è tenuto all’ordine e provvederà insieme all’istruttore alle pulizie e alla cucina.

 

Impareremo l’arte di interpretare l’andamento e la forza dei venti e delle correnti, come manovrare le vele e il timone, come gestire la barca e decidere la rotta, come leggere le mappe e decidere i programmi di navigazione in funzione delle previsioni meteo e delle condizioni del mare.

Impareremo a diventare dei veri naviganti. Questo è solo il primo passo, anzi il primo abbrivio, il primo levar le vele, come si dice in gergo. Per tutte le avventure che vivremo un giorno anche in altri luoghi, anche con altri amici, portando noi di persona la nostra prua al vento.

La rotta ( 337/343 m).

Imbarco Sabato alle 14,00. Navigazione costiera da Viareggio per Livorno (18 m) o Quercianella (24 m).
Dom. Traversata da Livorno/Quercianella alla Capraia (35 m). Bagno a Cala della Mortola.
Lun. Traversata verso Centuri in Corsica (26 m). Bagno a cala Ceppo, cala Rossa o cala Moreto.
Mar. Navigazione da Centuri per Ile Rousse (28 m). Bagno alla spiaggia di Porajola.
Mer. Veleggiata da Ile Rousse per Calvi (11 m). Bagno a Algajola.
Gio. Navigazione da Calvi alla Girolata (26 m). Bagno nella baia di Elbo.
Ven. Veleggiata da Girolata per Porto (9 m). Bagno nell’ ansa di Linaghia.
Sab. Veleggiata da Porto alla Baia di Pero (14 m). Bagno nella baia di Chioni
Dom. Veleggiata dalla baia di Pero per l’ansa di Ficajola (11 m). Bagno nella baia di Sbiro.
Lun. Navigazione dall’ansa di Ficajola verso Calvi (39 m). Bagno nell’insenatura Porto Vecchio.
Mar. Veleggiata da Calvi per la Saleccia (23 m).
Mer. Veleggiata dalla Saleccia per S. Florent (6 m). Bagno alla spiaggia di Loto.
Gio. Navigazione costiera da S.Florent a Macinaggio (27 m). Bagno a Barcaggio.
Ven. Traversata da Macinaggio a Viareggio (64 m). All’arrivo pulizia dell’imbarcazione.
Sab. Sbarco alle 9,00 circa.

IMPORTANTE: in tutte le nostre crociere veliche è fondamentale la collaborazione tra i partecipanti che costituiscono a tutti gli effetti un vero e proprio equipaggio, il quale fa fronte e contribuisce a tutto quanto riguarda la vita di bordo. Dalla gestione dei servizi alla conduzione della barca.

Multimedia

image description

Catalogo

image description

Magazine

image description